Corporate Innovation

Chi è il Product Designer? Identikit di una delle professioni più ricercate

Il Product Designer è una delle figure che non può mancare nei team delle aziende moderne. La progettazione di prodotti orientati alle persone è la chiave del successo.

product designer cosa fa

In cosa consiste il lavoro di un Product Designer? Uno sguardo a una delle professioni più richieste nel mondo del lavoro.

Mirco Calvano

Contributor

Pubblicato: 31 Marzo 2022

Il Product Designer si occupa di progettare prodotti di varia natura che saranno destinati alla produzione di massa. Al centro delle sue responsabilità tutto ciò che riguarda la realizzazione di oggetti che siano accattivanti e che, naturalmente, siano funzionali per l’utenza finale.

A fronte di questo, è chiaro che chi lavora nel Product Design deve saper immaginare un qualcosa di usabile e in grado di soddisfare i bisogni e i desideri del grande pubblico; parliamo quindi di prodotti human centered”, in grado di facilitare la vita delle persone.

facilitare la vita delle persone con il product design
Il Product Designer con il suo approccio “human centered” cerca di facilitare la vita delle persone.

Cosa fa un Product Designer?

Un Product Designer si occupa di progettare soluzioni spaziando dal mondo hi-tech, agli elementi di arredo, passando per i mezzi di trasporto e gli accessori di tendenza.

A prescindere da ciò che dovrà realizzare, al centro del suo lavoro ci sarà l’utente finale. Indispensabili sono, infatti, una prima fase di studio dettagliato delle esigenze dei (possibili) consumatori, e una buona dose di pensiero creativo. Lo scopo è risolvere un problema specifico e favorire l’innovazione in un determinato settore; come puoi vedere il processo di Design Thinking è alla base del lavoro di ogni Designer.

Le fasi di un progetto

La prima fase in assoluto della realizzazione di un progetto è quella che riguarda le richieste dei clienti. In un documento vengono esposte le aspettative, i risultati da ottenere e tutto ciò che può essere utile per dare vita a qualcosa che sappia soddisfare un’esigenza.

Partendo da questi dati è necessario fare ricerche sull’azienda, focalizzandosi sulla Brand Identity, sui valori aziendali e sul target di riferimento. Fondamentale tutto ciò che riguarda l’analisi di mercato, indispensabile per disegnare un prodotto che sia in linea con l’azienda, ovviamente, ma che sappia anche ascoltare i potenziali compratori.

A questo punto si può passare all’ideazione del prodotto, dialogando e interfacciandosi strettamente con l’Art Director o col team creativo. Il Product Designer avrà il compito di realizzare disegni di prova e bozze da mostrare ai colleghi, e selezionare quelli più in linea con l’idea del prodotto.

fasi della realizzazione di un progetto
La realizzazione di un progetto si divide in fasi. Quella del feedback è importante per la buona riuscita del prodotto.

A questo punto si può passare alla scelta dei materiali e delle tecnologie da utilizzare. Naturalmente è di vitale importanza, anche in questa fase, il confronto con il team di lavoro ed, eventualmente, col cliente che ha commissionato il progetto.

Elemento indispensabile del processo sono anche i feedback che permettono di fare eventuali modifiche e realizzare il prodotto seguendo le direttive ricevute. Il confronto e la comunicazione anche per la professione di Product Designer sono una parte fondamentale del processo creativo.

Quali competenze deve avere il Product Designer

La prima, e forse più importante, qualità che si richiede a un Product Designer è quella di verificare l’effettiva realizzabilità del prodotto. Per capire questo è necessario che il progetto venga discusso anche con i tecnici e con chi si occupa fisicamente della produzione, in modo da evidenziare eventuali limiti o esigenze di produzione specifiche.

A fronte di questo, e in caso di eventuali problemi, è necessario ripensare il progetto modificando gli schemi, i materiali e tutto ciò che potrebbe dare problemi nella realizzazione.

Dal momento in cui un prodotto può essere effettivamente realizzato bisogna passare all’elaborazione di tutta la documentazione necessaria:

  • disegni tecnici dell’oggetto e dei singoli componenti
  • le schede tecniche
  • le istruzioni di montaggio e tutto ciò che riguarda la sua effettiva costruzione.

Solo a questo punto, quando tutto è stato approvato, si può passare alla realizzazione finale con la costruzione dei primi prototipi utilizzati per testare (e far testare) il prodotto. Questa è una fase fondamentale del processo produttivo ed è anche il modo per individuare eventuali problemi o criticità, e apportare le correzioni del caso.

Altro elemento importantissimo della fase di test è quello che riguarda la difficoltà d’utilizzo. Se durante queste prove gli utenti lamentano problemi o difficoltà, sarà compito del Product Designer intervenire e semplificare il più possibile, anche per evitare utilizzi impropri o errati.

È di vitale importanza, in questo senso, la User Experience, al centro di tutti i processi di Design.

Una volta conclusi tutti i test, se l’oggetto prodotto ha superato le aspettative, viene avviato alla produzione di massa. In caso di eventuali problemi il Product Designer deve occuparsi di ripensare tutto ciò che non ha funzionato a dovere, anche il progetto nella sua interezza, ripartendo dai materiali, dall’usabilità, dalla sostenibilità ambientale e da tutto ciò che può migliorare l’esperienza dell’utente finale.

Formazione e Requisiti per diventare Product Designer

cosa studiare per diventare product designer
Cosa studiare per diventare Product Designer? Quali competenze avere?

Per perseguire la carriera di Product Designer esistono dei corsi di laurea specifici in diverse Università e Politecnici; gli indirizzi in Industrial Design o in Design generico sono un esempio. Non dimentichiamoci dell’ecosistema di Accademie e Istituti Privati che offrono corsi per acquisire le competenze ideali per ottenere il titolo e dei percorsi formativi delle scuole superiori, come gli Istituti d’Arte che offrono percorsi pensati come introduzione alla futura professione del Product Designer.

Per quanto riguarda la formazione specifica, solitamente questa include:

  • Disegno tecnico
  • Concept Design 
  • Progettazione creativa
  • Storia dell’arte e del design
  • Materiali e tecniche di produzione
  • Principi di ergonomia

Nei corsi specifici di Industrial Design, inoltre, si lavora molto anche sugli strumenti software come la Suite Adobe e CAD, che sono ormai diventati tool indispensabili nel mestiere.

In alcuni casi possono essere integrati anche dei corsi in sociologia, psicologia e marketing, con la possibilità di seguire laboratori pratici, individuali o di gruppo, per portare a termine dei progetti da realizzare. Molto frequenti sono gli stage presso aziende, studi ed enti che si occupano di Design per “testare sul campo” le capacità dei Product Designer e avviarli alla professione.

Skills importanti nel mestiere del Product Designer sono la proattività e l’attitudine al continuous learning, stiamo parlando infatti di un settore molto sensibile ai cambiamenti sociali e tecnologici, è quindi necessario restare sempre sul pezzo.

Apprendimento continuo skill importante per chi vuole diventare product designer
L’apprendimento continuo e la voglia di imparare sono skills importanti per chi vuole diventare Product Designer.

Competenze richieste per la professione del Product Designer

Quali sono le competenze per lavorare come Product Designer? Andiamo a vedere una lista di qualifiche, tra le più richieste, negli annunci di lavoro.

  • Competenza nella progettazione di un prodotto
  • Autonomia nello sviluppo del progetto 
  • Conoscenza dei software di disegno e modellazione 2D e 3D
  • Dimestichezza nella realizzazione di prototipazioni computerizzate
  • Curiosità, creatività e buon gusto
  • Attenzione verso l’innovazione
  • Capacità di pianificazione e organizzazione
  • Lavoro per obiettivi
  • Doti comunicative 
  • Doti di problem-solving
  • Capacità di ascolto e di analisi
  • Capacità di lavorare all’interno di un team di lavoro
  • Saper anticipare le nuove tendenze.

Per specializzarsi ulteriormente nel settore, in molti scelgono di acquisire esperienza anche nel campo della Graphic & Visual Design o dell’Interior Design. Molto spesso può essere richiesta anche la specializzazione come Project Manager o Art Director, soprattutto per le posizioni Senior e per quelle che richiedono la gestione di un team di lavoro.

Perché lavorare come Designer?

Il primo motivo che spinge le persone a intraprendere una carriera come Product Designer è quello legato alla passione per il mondo del design e della progettazione. Per molti l’idea di ideare e realizzare oggetti belli esteticamente e funzionali è un modo per esprimere la propria creatività e il proprio gusto in un settore che, comunque, si muove in fretta e che potrebbe essere denso di possibilità lavorative interessanti.

Per chi, invece, sceglie di realizzare un proprio progetto, questo è sicuramente un modo per risolvere un “problema personale” o comunque realizzare qualcosa di cui si ha bisogno. Pensando poi anche a un mercato più ampio che potrebbe avere esattamente le stesse necessità.

Il settore del Product Design è in continua espansione, con buone prospettive di crescita a livello nazionale e internazionale e il ruolo del Product Designer è fondamentale nella filiera produttiva moderna.

Se pensiamo che il cliente e le sue esigenze stanno diventando sempre più centrali nell’economia mondiale, non stupisce come una specializzazione del genere sia tra le più richieste e le più gettonate, soprattutto tra i più giovani che vogliono ridisegnare il proprio futuro professionale e, perché no, fare la differenza.

Chi è il Product Designer? Identikit di una delle professioni più ricercate

Contatti

Via Prisciano, 72 - 00136 Roma

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: