Corporate Innovation

L’innovazione inizia sempre da un perché: parte la call per le startup con la quinta edizione di #OpenItalyELIS

Call4Solutions

Innovare fa rima con ascoltare. L'innovazione parte infatti sempre da un perché e dall'attenzione alle esigenze delle persone.

Valerio Lalli

Pubblicato: 22 Febbraio 2021

Innovare fa rima con ascoltare. Si pone una costante attenzione a quelle che sono le esigenze, ai trend del mercato e al mondo del lavoro, una sfida a cui ELIS con il suo programma di co-innovazione OPEN ITALY non si è mai sottratta e vi ha partecipato generando sempre grande valore. 

Clicca l’immagine e rivedi l’evento

Call4Solutions: opportunità di co-innovazione

Citando il grande Simon Sinek con il suo StartWithWhy, ELIS in collaborazione con StartupItalia ha dato semaforo verde alla quinta edizione di OPEN ITALY con la Call4Solutions, l’opportunità di co-innovazione dedicata a startup e grandi corporate. L’obiettivo principale della call è mettere a sistema le competenze di entrambe le realtà, con l’intento di lavorare in sinergia su progetti di sviluppo comune per offrire soluzioni concrete ai needs del mercato.

Ad aprire l’evento Salvatore Amato (Presidente di StartupItalia) e Anna Gaudenzi (Direttrice Editoriale di StartupItalia) insieme a Luciano De Propris (Head of Open Innovation & Sustainability – ELIS) che chiarisce subito quale sia la mission del Consorzio ELIS: discutere di innovazione tecnologica, parlare di gap di formazione e quello di generare impatto sociale. OPEN ITALY nasce nel 2017 da un disegno comune di un programma di innovazione aperto e collaborativo, da parte di tutti gli Amministratori Delegati delle aziende del Consorzio di ELIS più precisamente, durante la Presidenza del Consorzio a cura di Gianni Vittorio Armani a quel tempo AD di Anas. Un punto dove le grandi aziende volevano incontrare l’ecosistema dell’innovazione generando un impatto attraverso progetti reali e concreti di co-innovazione. 

Il programma di Open Italy

Con oltre già 150 bisogni di co-innovazione che ci sono stati consegnati dalle aziende, la mission di quest’anno è cercare di allargare ulteriormente i perimetri di innovazione, attualmente incentrati sui temi di R&D – spiega De Propris.

L’evento è entrato nel vivo con una serie di round tables che hanno visto coinvolte alcune corporate e startup, durante le quali hanno avuto l’opportunità di condividere la loro esperienza di Open Innovation insieme ad ELIS. 

Un caso di esempio è quello di Federica Santini Presidente di Trenord e Massimiliano Garri CIO di Terna

La linfa vitale che può arrivare da un apporto esterno con una visione diversa dei problemi da quella che possiamo avere noi, può soltanto farci un gran bene chiarisce Santini. Nello specifico Trenord nelle ultime due edizioni ha contribuito con due progetti. Uno dedicato alla manutenzione e diagnostica predittiva al fine di snellire il processo manutentivo e migliorare l’esperienza dei viaggiatori. L’altro a supporto sempre di questi ultimi per evitare assembramenti, con l’obiettivo di trasmettere fiducia nell’uso dei mezzi pubblici durante questo periodo di pandemia. Ora il nuovo tema su cui si sta focalizzando l’azienda è però quello della mobilità integrata tra città, aree metropolitane più ampie e provincia perché l’obiettivo è andare a costruire sempre di più un tessuto unico che lavori in sinergia.

Dall’altro lato Terna in qualità di operatore infrastrutturale insieme alla startup Gmatics, ha invece sviluppato una soluzione di monitoraggio per tutti i suoi cantieri in termini di avanzamento delle attività per migliorarne la gestione e l’efficacia. Altro tema importante per Terna è quello relativo alla Cybersecurity delle infrastrutture preso invece in esame insieme alla startup Haruspex, in una soluzione che permette di verificare l’effettiva efficacia del sistema di sicurezza di rete per poter poi scegliere se fare alcune attività o meno. Stesso discorso vale per Terna che però affronta il tema della mobilità dal punto di vista energetico con nuove soluzioni a problemi già esistenti ma con un occhio sempre verso il futuro. 

Il confronto si è poi spostato lasciando la parola alle startup che hanno condiviso con i moderatori il valore della loro esperienza di collaborazione e sviluppo con le grandi corporate. Antonio Squeo di Hevolus, un palcoscenico di vendita operante in contesti phygital sempre in collaborazione con le corporate e che da sei anni è nel mondo dell’Open Innovation, oggi con un accordo insieme a Cassa Depositi e Prestiti facilitato dal costante supporto del Team di ELIS.

Paola Allamano di WaterView il cui business si incentra sulla video analisi attraverso un software che trasforma reti di video sorveglianza in reti di monitoraggio atmosferico che in ottica di Open Innovation ha visto il coinvolgimento di Terna, Anas e Bridgestone

Amerigo Della Pina di Verde21 azienda di manifattura industriale coinvolta in OPEN ITALY nel 2018 selezionata dalle corporate Ferrovie dello Stato Italiane e Sirti avvicinamento fondamentale per raggiungere un alto livello di industrializzazione. 

La parte finale dell’evento un primo momento è stata dedicata a esplorare nel dettaglio i vantaggi di entrare a far parte del programma OPEN ITALY ELIS, avvalorati anche dall’intervento del Presidente di turno del Consorzio ELIS Walter Ruffinoni CEO EMEA di NTT Data Italia che ha sottolineato quanto sia importante la collaborazione tra startup e corporation poiché le prime collaborano con nuove idee e le corporation forniscono un canale di sbocco molto importante. 

In chiusura Valentina Marini Senior Training Learning & Development Consultant di ELIS con un’importante news: l’anticipazione dell’uscita di StartuppIn La Guida LinkedIn per Startup. Un supporto concreto che aiuta a capire come usare il social network del lavoro sia per dialogare con le aziende, sia per portare avanti e migliorare il proprio business, arricchito dal contributo di nove delle dieci giovani realtà inserite da LinkedIn nella classifica delle top startup. 

Tante quindi le testimonianze che confermano sempre di più il valore tangibile dell’esperienza di co-innovazione in termini di opportunità di sviluppo. Hai tempo fino all’8 Marzo 2021 per candidare la tua startup! Non perdere questa occasione, visita il sito: www.open-italy.elis.org 

L’innovazione inizia sempre da un perché: parte la call per le startup con la quinta edizione di #OpenItalyELIS

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: