Corporate Innovation

Twitter, in arrivo Super Follows. Cos’è e come funziona?

Super Follows

Twitter, in arrivo Super Follows. Cos’è e come funziona? I nuovi aggiornamenti del celebre social e tutte le novità previste

Twitter ha annunciato di aver finalmente iniziato il lancio di Super Follows. La funzione, rivelata per la prima volta a febbraio, consente agli utenti di addebitare un canone mensile in cambio dell’accesso a contenuti aggiuntivi. Il social, ovviamente, prenderà una parte dei guadagni.

L’idea è quella di permettere agli utenti di monetizzare con i loro contenuti; il servizio è rivolto principalmente ai followers più “coinvolti” e interessati, ovviamente, in modo da dare loro un accesso vip su alcuni contenuti su Twitter.

La nuova funzionalità al momento ancora limitata a un numero selezionato di account statunitensi. Il progetto del social è consentire agli utenti di generare entrate per i creatori sotto forma di abbonamento mensile (da $ 2,99, $ 4,99 o $ 9,99). 

L’aggiornamento arriva in un momento interessante nel mondo dei creators online: la debacle di agosto di OnlyFans, dove la piattaforma ha minacciato di vietare i contenuti sessualmente espliciti solo per poi fare un passo indietro.

Super Follows, i primi dubbi al riguardo

Il piano di Twitter per Super Follows era in lavorazione molto prima dell’annuncio di agosto di OnlyFans; la domanda che tutti si pongono è: riuscirà il celebre uccellino a sfruttare la stessa fanbase che, ricordiamolo, è fatta anche di moltissimi sex workers?

Super Follows viene gradualmente esteso a un gruppo limitato di persone. Man mano che questa funzione diventa più ampiamente disponibile verrà estesa e verranno condivisi i dettagli sulle politiche pertinenti.

Per il momento Twitter definisce “contenuto per adulti” come qualsiasi media prodotto e distribuito consensualmente che sia pornografico o destinato a provocare eccitazione sessuale. 

L’azienda fa sapere che tali contenuti saranno ammessi ma solo a patto che siano consenzienti e che le cose rappresentate siano esclusivamente “fiction” o, come nel caso dei sex workers, un lavoro ben definito. 

Dunque vengono messe al bando violenze, porn revenge, intimidazioni e quant’altro.

L’idea di Twitter, quindi, è fare concorrenza diretta a OnlyFans anche se già sono in arrivo i primi problemi e i primi dubbi.

Anzitutto i gruppi in difesa dei sex workers hanno accusato Twitter di “shadowbanning”, suggerendo che il social potrebbe non essere una casa accogliente.

La cosa è aggravata dal provider di pagamenti Super Follow di Twitter, Stripe, che elenca intere categorie di attività soggette a restrizioni; una delle quali è “Contenuti e servizi per adulti”, che richiedono la previa approvazione scritta dell’azienda per utilizzare il suo servizio.

L’azienda, al momento, non ha ancora commentato la cosa; probabilmente bisognerà aspettare che il servizio diventi attivo. Non sappiamo se Super Follow sarà davvero la diretta concorrenza a OnlyFans ma sicuramente sarà un valore aggiunto per i creators che così potranno monetizzare con la propria creatività anche su Twitter.

Twitter, in arrivo Super Follows. Cos’è e come funziona?

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: