Corporate Innovation

Toyota, l’azienda automobilistica punta a diventare un leader nel settore della guida autonoma

toyota guida autonoma

Toyota, l’azienda punta a diventare un leader nel settore della guida autonoma e ha acquisito Level 5, la divisione di Lyft

Nel futuro di Toyota ci sono le auto a guida autonoma. Per questo l’azienda ha acquisito la Level 5, la divisione di Lyft dedicata alle auto senza conducente.

L’operazione fa parte di una strategia più ampia che ha come scopo quello di diventare una delle aziende leader del settore per il driverless. E stando alle cifre sborsate per acquistare la Level 5, sembra proprio che Toyota abbia in programma grandi progetti.

Tutta l’operazione di acquisizione dovrebbe essere completata alla fine del 2021 e sancisce anche il termine dei lavori di Lyft per sviluppare un sistema di guida autonoma proprietario.

Anche prima di queste operazioni, comunque, Toyota era molto attiva e molto interessata alla guida autonoma; solo nel 2020, infatti, ha investito oltre 400 milioni di dollari per la creazione di una flotta di robotaxi; oltre che per lo sviluppo di un ulteriore sistema di guida driverless destinato ai taxi con veicoli privati. Secondo alcune indiscrezioni, sembra che l’azienda già dal 2019 abbia iniziato ad investire nel settore, lavorando a delle mappe in alta definizione destinate ai veicolo autonomi. Insomma, sembra proprio che nel futuro di Toyota ci sia la guida autonoma come priorità.

Sembra inoltre, che parte del lavoro della casa automobilistica coinvolga anche Mazda, Suzuki, Subaru e Daihatsu per collaborare nello sviluppo di nuovi sistemi di connessione tra veicoli.

Toyota, il futuro dell’auto è la guida autonoma?

Toyota non è ovviamente l’unico candidato interessato alla corsa alla guida autonoma. Sempre più società si stanno muovendo in questa direzione per riuscire a dare vita quanto prima a una flotta di veicoli driverless per ogni esigenza.

Al momento, infatti, le applicazioni più gettonate per questo settore riguardano il trasporto commerciale su strada e quello dei taxi, di cui abbiamo appena parlato. Mentre per la guida autonoma per l’uso quotidiano si stanno ancora valutando molti dettagli tra cui quello delle assicurazioni e quello della presenza o meno del guidatore all’interno del veicolo.

Insomma, il futuro dell’automobile (oltre ad essere elettrico) sarà molto probabilmente a guida autonoma; nella speranza che le aziende riescano a perfezionare un sistema affidabile e sicuro che non metta a rischio le persone e che, con un po’ di fortuna, non crei gli stessi disastri al volante che crea l’uomo. 

Toyota, l’azienda automobilistica punta a diventare un leader nel settore della guida autonoma

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: