Future Trends & Tech

Metaverso e risorse digitali, i primi passi verso il nuovo mondo

Metaverso e risorse digitali

Metaverso e risorse digitali, i primi passi verso il nuovo mondo. Il web del futuro tra terreni digitali e NFT

Il mercato NFT è cresciuto a 2,5 miliardi di dollari di vendite durante la prima metà di quest’anno; lo scorso anno valeva “solo” 13 milioni di dollari. Appare evidente che sempre più realtà  stanno cavalcando quest’onda imponente che non accenna a fermarsi.

La prima tendenza del settore è  quella che riguarda il metaverso. Attualmente è possibile acquistare terreni virtuali, opere d’arte digitali, avatar e altri prodotti NFT. 

Queste risorse non sono fungibili, il che significa che ognuna è unica e non può essere replicata o clonata. Ciò fornisce una registrazione immutabile della loro proprietà che non può essere manomessa senza il loro permesso.

Ma cosa accadrebbe se questi oggetti digitali fossero abbastanza intelligenti da prendere decisioni da soli? 

Questi cosiddetti “NFT intelligenti” stanno vedendo la luce da startup come Alethea, che sta lavorando allo sviluppo di un software basato sull’intelligenza artificiale che consentirà agli oggetti digitali di sviluppare la propria intelligenza all’interno di una blockchain; come una visione a lungo termine simile all’AI nei film di fantascienza come “Her” e “Blade Runner“, per capirci.

Lo sviluppo di questa tecnologia ha accelerato di recente a causa di nuovi investimenti da parte di importanti aziende tecnologiche come Amazon, Google e Microsoft. Questi progressi tecnologici accelereranno ulteriormente lo sviluppo di NFT intelligenti  e consentiranno loro di interagire con gli esseri umani in modi significativi.

Metaverso e risorge digitali, come cambia la rete?

L’idea di possedere risorse digitali è nata sin dai primi giorni di Internet; solo di recente le persone hanno iniziato a rendersi conto che potevano “realmente” possedere versioni digitali di oggetti da collezione.

La proprietà decentralizzata, inclusa la proprietà di beni immobili virtuali, sarà un’altra componente chiave del metaverso. Infatti è possibile acquistare il proprio pezzo di terra virtuale da Next Earth.

La possibilità di creare e acquistare terreni all’interno di una comunità è qualcosa che molti giocatori chiedono sin dall’inizio del gaming online.

È anche il motivo per cui gli ambienti di gioco stanno investendo così pesantemente nello sviluppo di tali modelli; creando non solo risorse artistiche con licenza completa (che apportano ulteriore valore alla loro esperienza creativa), ma anche creando opportunità per gli artisti di vendere tali beni anche sui siti di mercato.

Oltre a consentire ai creatori di monetizzare i propri contenuti al di fuori dei modelli pubblicitari tradizionali questi tipi di mercati contribuiranno a coltivare relazioni tra utenti e creatori che in precedenza erano impossibili.

Parliamo di un coinvolgimento del pubblico che sarà fondamentale per aumentare le visite e le spese su qualsiasi sito; motivo per cui piattaforme come Farmville hanno avuto un tale potere nell’ultimo decennio.

Next Earth sta aprendo la strada a questa forma di personalizzazione nel metaverso, anche al di là della proprietà della terra virtuale basata su NFT. Presto, gli utenti saranno in grado di creare land art basata su pixel andando a riempire a loro piacimento il metaverso.

Al momento il progetto è in fase embrionale ma gli investitori sono già molti. A questo punto non resta che attendere che il nuovo universo diventi operativo al 100% e sperare che sia migliore di quello originale.

Metaverso e risorse digitali, i primi passi verso il nuovo mondo

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: