Corporate Innovation

Crescita Aziendale? Nel 2022 è questione di purpose

crescita aziendale purpose

Un approccio purpose-driven favorisce la crescita aziendale. E ci sono 5 aspetti chiave dell’agire organizzativo su cui incide positivamente.

Le aziende che definiscono un purpose – e che vi danno seguito nella propria attività quotidiana – crescono di più e hanno più successo sul mercato. Lo dimostra un’indagine condotta da Harvard Business Review Analytic Services in collaborazione con EY Beacon Institute su un campione di circa 500 executive. 

I soggetti intervistati hanno quasi unanimemente riconosciuto l’importanza del purpose a supporto del miglioramento dei risultati perseguiti dall’azienda, per quanto solo meno della metà di loro afferma di impostare le proprie strategie secondo un approccio purpose-driven.

Ma che cos’è il purpose?

Il purpose non è altro che la motivazione più intima che spinge ad agire uomini e organizzazioni di ogni tipo e dimensione. È, per così dire, il fuoco sacro che ci fa alzare al mattino, che lubrifica gli ingranaggi del business e innesca l’innovazione. Insomma, il purpose è la risposta a tutti i nostri why.

il purpose risponde ai perché
Il purpose è la risposta a tutti i perché dell’azienda.

Se già nel 1954 lo psicologo Abraham Maslow proponeva – con la piramide di Maslow – una teoria per spiegare la motivazione personale dell’individuo, oggi più che mai, con lo shift socio-culturale portato dalla Gen Z, il tema del purpose è centrale non solo in ambito sociologico e antropologico, ma anche nel campo del business, dove incide positivamente tanto sul cliente esterno, quanto su quello interno.

Il senso di far parte di qualcosa di più grande di te stesso può portare a livelli elevati di coinvolgimento, livelli elevati di creatività e volontà di collaborare oltre i confini funzionali e di prodotto all’interno di un’azienda, che sono estremamente potenti“, afferma Rebecca Henderson, docente presso la Harvard Business School. “Una volta superata una certa soglia finanziaria, molte persone sono motivate dal significato intrinseco e dalla sensazione di contribuire a qualcosa di utile tanto quanto lo sono dai rendimenti finanziari o dallo status“.

Come fare del purpose una chiave per il successo?

Stando alla ricerca di cui sopra, ci sono 5 aspetti chiave dell’agire organizzativo su cui incide positivamente la formulazione di un purpose accettato e condiviso all’interno dell’organizzazione.

1. Supporto alla visione strategica di lungo periodo

Il purpose funge da spartiacque per l’azienda, stabilendo dei chiari confini rispetto alle azioni che rientrano e non rientrano nella strategia di crescita di un’organizzazione ed evitando, così, la dispersione degli effort e degli investimenti su attività non considerabili come core. 

Inoltre, un’azienda con un purpose si proietta con più slancio verso il futuro perché riesce a farsi strada nella complessità, evitando di focalizzarsi sul particolare e sulla logica del breve periodo per favorire, invece, una visione generale, ecosistemica e di lungo termine.

2. Stimolo all’innovazione

Come detto sopra, il purpose è un fuoco sacro che alimenta in maniera continuativa passione e motivazione dell’individuo. Pertanto, non è difficile intuire come avere uno scopo incida positivamente sulla capacità e sulla propensione delle persone, rispetto alla generazione di nuove idee.

Oltre a promuovere miglioramenti incrementali in prodotti e servizi esistenti, il purpose stimola direttamente l’intrapreneurship dei dipendenti di un’organizzazione: ben il 63,4% dei dirigenti intervistati dall’Economist Intelligence Unit ha affermato che la consapevolezza di avere un purpose li aiuta a innovare e ad essere più reattivi rispetto ai cambiamenti di contesto.

Quando le persone comprendono i valori della loro organizzazione, sono coinvolte e ispirate a lavorare insieme per promuovere tali valori. Lo scopo può essere il ‘comune denominatore’ che consente alle organizzazioni (anche concorrenti, in alcuni casi) di collaborare tra loro (e i loro clienti) su nuove soluzioni raggiungendo i loro obiettivi comuni.

afferma David Jensen, Global Disruptive Innovation and EY wavespace Leader.

3. Facilitazione della trasformazione organizzativa

Quando l’organizzazione deve evolversi (ad esempio, deve cambiare sede, adottare un nuovo paradigma lavorativo o ridisegnare la struttura organizzativa), può rischiare di trasmettere al team interno una sensazione di insicurezza: le persone potrebbero pensare che si cambia perché qualcosa non funziona o perché bisogna correre ai ripari rispetto a un pericolo imminente.

Un purpose che giustifichi e contestualizzi il cambiamento organizzativo, cambia anche la percezione che ne hanno le persone che lavorano nell’organizzazione, che saranno in grado di giustificarlo nell’ambito della strategia di lungo termine dell’azienda.

4. Coesione tra persone e team di lavoro

Da sempre, l’uomo ha bisogno di sentirsi parte attiva di qualcosa di più grande e importante. Pertanto, un purpose fa leva sull’intimo bisogno di ogni individuo di contribuire a a una causa insieme a una comunità di persone.

Rapportato alle organizzazioni, il purpose supporta l’integrazione di team in persone che, al di là di specificità e differenze peculiari, lavoreranno insieme per raggiungere un obiettivo comune.

5. …e coesione tra aziende partner

Non solo sul piano personale: il purpose agisce in maniera equiparabile anche tra aziende o, comunque, tra attori che decidono di collaborare o contaminarsi proprio perché allineati rispetto ad un obiettivo comune. 

Il purpose può essere la base su cui costruire non solo partnership, ma veri e propri ecosistemi di innovazione, agendo come un polo di attrazione spontanea per tutti gli attori che vi si rispecchieranno e vi ritroveranno parte delle proprie stesse ambizioni.

Qualunque sia il tuo progetto di business, se hai messo alla sua base un solido purpose e lo hai condiviso con le persone che lavorano insieme a te, sei già a metà dell’opera. 

Se non l’hai ancora fatto, non è troppo tardi: prenditi un momento per rispondere alla domanda “perché lo sto facendo?”, oppure “cosa mi spinge ad andare avanti ogni giorno su questa strada?”.

Non ci sono purpose giusti o sbagliati, ma solo risposte nascoste che dobbiamo sforzarci di esplicitare.

Crescita Aziendale? Nel 2022 è questione di purpose

Contatti

Via Prisciano, 72 - 00136 Roma

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: