Corporate Innovation

Windows 11, il nuovo sistema operativo di Microsoft in arrivo a fine anno

Windows 11

L'annuncio di Microsoft: Windows 11 disponibile dal 5 ottobre. Quali sono i dispositivi che riceveranno gli aggiornamenti?

Microsoft ha rivelato al mondo il nuovo sistema operativo Windows 11, illustrando le principali novità in arrivo.

Oltre a un primo sguardo ai requisiti minimi per l’installazione, l’azienda ha anche svelato al mondo quali funzionalità verranno rimosse dopo l’upgrade da Windows 10.

Sembra infatti che a sparire saranno molte applicazioni ritenute obsolete che verranno eliminate o “nascoste alla vista” dell’utente. Ad esempio Cortana che non sarà più in bella vista nella barra delle App.

Assente eccellente in Windows 11 sarà anche Internet Explorer che, finalmente, va in pensione dopo anni di “onorato” servizio e sarà sostituito da Edge; sparirà la modalità tablet; la funzionalità Notizie e Interessi (che sarà sostituita dai Widget). Sparisce anche “l’utilissima” funzione Contatti.

Non ci saranno più nemmeno Skype, Visualizzatore 3D e Paint 3D che però potranno essere scaricate dal nuovo Microsoft Store. Spariscono anche le cartelle nel Menu Start e le Live Tile. Inoltre applicazioni e siti aggiunti a Star non verranno trasferiti con l’upgrade da Windows 10 a Windows 11.

Windows 11, disponibile dalla fine dell’anno

Dalle prime informazioni, sembra che Windows 11 sarà disponibile già per la fine dell’anno e sarà gratuito per i dispositivi con Windows 10 idonei.

Tra le novità più importanti quella di poter, far girare le app di Android grazie a una accordo con Amazon e il suo store. Ad onor del vero, però, l’Amazonstore non contiene tutte le app del Playstore di Google ma solo una selezione e nemmeno troppo fornita. Comunque è un primo passo.

Tra gli altri cambiamenti anche la presenza di default di Microsoft Teams, che andrà a diventare l’app principale per la comunicazione anche al di fuori dell’azienda.

Altro cambiamento da non trascurare quello in materia di aggiornamenti che, secondo l’azienda, saranno pacchetti più piccoli del 40% rispetto agli attuali; le connessioni lente ringraziano.

Windows è da sempre uno dei sistemi operativi più utilizzati al mondo, non sorprende che Microsoft cerchi comunque di migliorarlo anche in base alle esigenze degli utenti. Vedremo se questo nuovo sistema operativo riuscirà a conquistare le persone o se, come è già accaduto in passato, Microsoft dovrà correre ai ripari prima del previsto.

Windows 11, il nuovo sistema operativo di Microsoft in arrivo a fine anno

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: