Corporate Innovation

Windows 11, i primi dubbi sulla reale compatibilità del nuovo Sistema operativo

Windows 11 compatibilità

Windows 11, in rete corrono i primi dubbi sulla compatibilità del nuovo Sistema operativo e sui requisiti minimi dichiarati da Microsoft

Dopo aver svelato la scorsa settimana il tanto atteso Windows 11, Microsoft ha iniziato a lanciare la prima build di anteprima nel canale Dev. Tuttavia, cosa più importante, il gigante di Redmond sta anche apportando alcune modifiche ai requisiti minimi del nuovo sistema operativo che consentiranno agli utenti con processori Intel Core di settima generazione o CPU AMD Zen 1 di eseguire l’aggiornamento.

Dopo che Microsoft ha presentato Windows 11, c’è stata una sorta di controversia riguardo ai requisiti minimi di sistema. Quindi, per affrontare la situazione e chiarire ogni confusione, la società ha condiviso oggi un post ufficiale sul blog.

Secondo il post , Microsoft ha progettato e realizzato Windows 11 tenendo conto dell’affidabilità, della sicurezza e della compatibilità. Di conseguenza, l’azienda ha stabilito che il sistema operativo dovrà “stare al passo con le aspettative, le esigenze delle persone e sfruttare il vero valore e la potenza del PC per offrire le migliori esperienze, ora e in futuro”.

Un requisito un po’ vago che potrebbe inasprire ulteriormente il dibattito.

Windows 11, Microsoft e i dubbi sulla compatibilità

L’azienda afferma che i dispositivi con processori Intel Core di ottava generazione e CPU AMD Zen 2, Qualcomm serie 7 e 8, soddisferanno i requisiti di Microsoft. Tuttavia, la società rilascerà il sistema operativo per i dispositivi con CPU Intel Core di settima generazione e AMD Zen 1; lo scopo è di testare le prestazioni di Windows 11 durante il periodo di anteprima.

Nel frattempo, Microsoft ha anche rimosso temporaneamente PC Health Check. L’applicazione aveva lo scopo di aiutare gli utenti a verificare se il loro PC fosse compatibile con Windows 11. La società ha affermato che, in base al feedback, l’app “non era completamente preparata per comprendere se un pc soddisfi o meno i requisiti minimi”. Quindi si dovrà attendere il rilascio della prossima versione di Health Check o che Microsoft metta in circolazione le prime versioni di Windows 11 in modo che possano essere fatte più prove sul campo e meno teorie al riguardo.

Windows 11, i primi dubbi sulla reale compatibilità del nuovo Sistema operativo

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: