Corporate Innovation
Future Trends & Tech

Tecnologie e organizzazioni esponenziali per il post-pandemia

tecnologie e organizzazioni esponenziali

Abbiamo bisogno di tecnologie e organizzazioni esponenziali, progettate per creare impatti positivi sul mondo, spinte da un nobile scopo.

Tutte le organizzazioni disegnate per il successo nel 20esimo secolo, sono destinate a fallire nel 21esimo. La pandemia ha messo sottosopra il nostro pianeta e ha cambiato la prospettiva dei business leader.

Oggi ogni organizzazione deve considerare più stakeholder nello stesso momento: dipendenti, clienti, fornitori, community e altri attori che influenzano il modo di fare le cose. Abbiamo imparato che il business non può esistere se tutti questi stakeholder non godono di buona salute, fisica e mentale. Siamo dinanzi alla rifondazione del business e del capitalismo per come li abbiamo sempre intesi. E non sono di certo io il primo a dirlo (su questo tema ti consiglio di leggere il punto di vista di Hubert Joly da HBR: https://hbr.org/2021/05/how-to-lead-in-the-stakeholder-era?autocomplete=true)

Abbiamo bisogno di “organizzazioni umane” fatte di individui che contribuiscono collettivamente a creare impatti positivi nelle vite degli altri. I business leader devono prestare molta più attenzione all’umanità se vogliono guidare le proprie aziende verso il futuro. Dietro questo approccio che sposa i principi della coalescence innovation, generare profitto resta di certo un imperativo, ma non l’obiettivo ultimo!

Organizzazioni e tecnologie esponenziali

La Digital Economy offre opportunità inesplorate e abbondanti, che solo poche organizzazioni hanno compreso. Mi riferisco alle ExO (Exponential Organization), organizzazioni esponenziali – argomento già trattato diversi anni fa qui: https://spremutedigitali.com/organizzazione-esponenziale-exo/ che, anziché puntare su eserciti di persone e grandi infrastrutture fisiche, nascono e si sviluppano sulle tecnologie informatiche dematerializzando quello che un tempo era di natura fisica e trasportandolo nel mondo digitale e on demand.

Le tecnologie esponenziali abilitano l’abbondanza, le ExO sono costruite per intercettare e sfruttare questa abbondanza.

Un’organizzazione esponenziale (ExO) è un’organizzazione il cui impatto (o output) risulta essere notevolmente superiore – almeno 10 volte – rispetto ai suoi competitor, grazie all’utilizzo di nuove tecniche organizzative, che fanno leva sulle tecnologie in accelerazione.

Consulta questo articolo per scoprire le principali tecnologie esponenziali

M.T.P., S.C.A.L.E. & I.D.E.A.S.

Le ExO appartengono alla prossima generazione di organizzazioni. Non si focalizzano sulla realizzazione di prodotti e servizi per generare profitto, ma sono progettate per creare impatti positivi sul mondo, spinte da un nobile scopo, il “purpose“, noto anche come MTP (Massive Transformative Purpose). Alcuni esempi di MTP:

  • Google – Organizzare l’informazione nel mondo;
  • Ikea – Creare una vita di tutti i giorni migliore per le persone;
  • Ted – Le idee meritano di esser diffuse.

Ogni organizzazione che vuole diventare esponenziale deve definire oltre all’MTP, 10 elementi chiave (IDEAS & SCALE) della propria strategia evolutiva. SCALE è l’acronimo di 5 elementi (Staff on demand, Community & Crowd, Algorithm, Leverage Asset, Engagement) che aiutano l’organizzazione a connettersi con l’abbondanza disponibile nel mondo.

IDEAS è invece l’acronimo dei restanti 5 elementi (Interface, Dashboard, Experimentation, Autonomy, Social Technology) che aiutano l’organizzazione a gestire l’abbondanza generata dall’approccio esponenziale. Per approfondire ti consiglio di leggere il blog ufficiale della community ExO.

Come riconoscere una ExO

  • Le ExO si caratterizzano per piccoli team di lavoro supportati da professionisti nell’ottica dello Staff on demand, attingendo da network e community esterne;
  • Le ExO non possiedono asset, ma sfruttano soluzioni flessibili e a consumo per essere reattive al cambiamento;
  • Le ExO creano community e sfruttano i benefici del network effect nella generazione di valore;
  • Le ExO sfruttano algoritmi e dashboard per l’analisi e il controllo dei big data.

Diventare una ExO significa proiettare la propria organizzazione verso il futuro, basandosi su un MTP molto ambizioso (senza cedere nella costruzione di piani quinquennali) e sulla costruzione di un framework che contempli gli elementi per connettersi e gestire l’abbondanza. Inoltre, le EXO si distinguono per un approccio lean, aperto alla sperimentazione e all’apprendimento continuo che le rende reattive al cambiamento.

Per definirle prendo in prestito un termine dal gergo informatico: responsive. Come le interfacce di siti web devono adattarsi alla fruizione da vari dispositivi, così le organizzazioni devono adattarsi a differenti scenari competitivi.

Ricorda: la tecnologia non è l’attore protagonista. Quelli siamo sempre noi. La tecnologia può abilitare o accelerare una determinata innovazione, ma tutto dipende dalla volontà e dalla capacità del singolo individuo, del team, di un’organizzazione. Le tecnologie esponenziali abilitano l’abbondanza, le EXO sono costruite per intercettare e sfruttare questa abbondanza.

Tecnologie e organizzazioni esponenziali per il post-pandemia

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: