Future Trends & Tech

Su Netflix “Countdown Inspiration 4”, il documentario sulla prima missione civile di Space X

Countdown Inspiration 4

Su Netflix “Countdown Inspiration 4”, in arrivo il documentario sulla prima missione spaziale civile di Space X.

L’azienda aerospaziale Space X di Elon Musk farà passare tre giorni in orbita ad un equipaggio di non professionisti, sul volo Inspiration 4.  

Quest’ultimo è stato acquistato da Jared Isaacman, divenuto miliardario con Shift4 Payment, un sito di pagamenti online assai utilizzato dai ristoranti e dagli alberghi statunitensi. Il volo sarà inoltre raccontato in tempo quasi reale dal documentario “Countdown Inspiration4 mission to space“, che andrà in onda su Netflix.

La “serie” sarà suddivisa in 5 parti per presentare l’equipaggio e mostrare la preparazione e il lancio della missione, che dovrebbe avvenire il 15 settembre. I primi due episodi, dal titolo “Meet the crew”, sono programmati per oggi, 6 settembre.

Isaacman è non solo un imprenditore, ma anche un pilota di jet civili e militari; nel tempo libero, si allena e si esibisce con la sua squadriglia di volo acrobatico, i Black Diamonds. Ha inoltre fondato l’associazione Draken International, che è la più grande forza aerea privata del mondo adoperata dai militari Usa.

Dopo essere stato, nel 2008, a Baikonur per il lancio del turista Richard Garriott, Isaacman ha contattato Musk per comprare un biglietto per un volo con Space X. Il contratto sarebbe stato fatto nel 2009, dieci anni prima del lancio degli astronauti sul Crew Dragon. Nel frattempo, l’imprenditore aveva pensato di comprare una navetta da quattro posti e sfruttare l’evento per raccogliere fondi da devolvere all’ospedale St Jude di Mempis, specializzato in oncologia pediatrica.

Countdown Inspiration 4, i dettagli della missione spaziale

Isaacman ha annunciato la sua decisione a febbraio 2021 con uno spot durante il Superbowl nel quale ha spiegato come sarebbero stati scelti i membri dell’equipaggio. Un posto sarebbe andato all’ospedale; uno sarebbe stato estratto tra quanti avrebbero fatto donazioni (di ogni importo); uno al miglior progetto per la creazione di uno store online con Shift4Payment. Il posto dell’ospedale è andato a Hayley Arcenaux, a cui proprio li hanno curato un tumore alle ossa che le ha consumato un femore. Hayley, così, a 29 anni, sarà la più giovane astronauta americana e la prima con una protesi.

Quello assegnato grazie alla lotteria delle donazioni è andato a Chris Sembroski, ingegnere della Lockeed Martin nonché veterano della U. S. Force; mentre l’ultimo è andato a Sian Proctor, una insegnante di geologia che aveva fatto due volte domanda alla NASA per diventare astronauta, arrivando, nel 2009, alla selezioni finali, e che ora volerà prima dei colleghi che erano selezionati.

La preparazione, che vedremo nelle due puntate del 13 settembre, dal titolo “Prepare for Launch”, è stata curata proprio da Isaacman, che ha voluto che i suoi compagni diventassero un gruppo affiatato, facendo spedizioni in montagna, ma anche che prendessero confidenza con l’accelerazione del lancio, volando con lui sul suo MIG29.

 Nella quarta puntata, invece, sarà trasmesso il lancio in diretta. Quando saranno in orbita, si vedranno anche bei panorami della Terra, dato che SpaceX ha modificato la capsula sostituendo il meccanismo di attracco alla ISS, che non è necessario visto che la navicella orbiterà da sola, con una cupola trasparente.

Su Netflix “Countdown Inspiration 4”, il documentario sulla prima missione civile di Space X

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: