Startup & Entrepreneurship

Primo Space, l’incredibile sviluppo della New Space Economy

Primo Space

Primo Space, l’incredibile sviluppo della New Space Economy. Il primo fondo Venture Capital pensato per le tecnologie spaziali

Primo Space, il fondo di venture capital che si occupa di New Space Economy, in un solo anno di vita ha raccolto investimenti importanti.

Il fondo è arrivato a 85 milioni di euro, tramite fundraising e l’attivazione di un fondo specifico per gli investimenti italiani.

Il periodo di raccolta è ancora attivo e si chiuderà il 5 dicembre 2021; l’obiettivo è diventare uno dei pochi fondi al mondo, il primo in Europa, specializzato nelle tecnologie spaziali.

Per Primo Space, il settore spaziale è in un momento di grande crescita, che sta attirando le attenzioni di moltissimi investitori. Stiamo parlando di un ambito che sta raccogliendo rapidamente consensi da parte di diversi settori, legati a svariate tecnologie, da internet, fino alla logistica e via dicendo. Per questo la società punta ad essere uno dei soggetti principali in questo mercato in rapidissimo sviluppo che, entro i prossimi 10 anni, dovrebbe raggiungere i mille miliardi di dollari.

Primo Space, le prime sei operazioni di investimento

In questo primo anno di vita il fondo ha portato a termine 6 operazioni di investimento, per un totale di circa 8 milioni di euro di capitale. Tra le società supportate troviamo: AIKO Space, che si occupa di algoritmi di intelligenza artificiale per automatizzare le missioni; Leaf Space, società che opera nel settore delle ground station pensate per satelliti di piccole dimensioni; Pangea Aerospace, che produce un motore per razzi chiamato aerospike e un sistema di rientro pensato per i piccoli lanciatori; Astrocast, che sta costruendo una costellazione di satelliti per IOT; Caracol, che si occupa di stampa 3D industriale per componenti altamente tecnologici.

Insomma, Primo Space sta tracciando la rotta per il futuro, andando a interfacciarsi con tutte quelle tecnologie che rappresenteranno il futuro della space economy.

Tra i progetti più interessanti, però, c’è EOS, che viene definito  “il personal computer dei veicoli spaziali”; stiamo parlando di un piccolo veicolo di lancio ancora in fase di sviluppo, pensato per viaggi spaziali brevi ma frequenti e con bassi impatti ambientali.

Viene definito “personal computer” perché potrebbe essere il primo prototipo di veicolo spaziale destinato anche ai civili. Certo è ancora presto per fare previsioni, ma il team di Primo Space è molto ottimista al riguardo.

Primo Space, l’incredibile sviluppo della New Space Economy

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: