Corporate Innovation

Maps – La svolta green di Google

Maps ecosostenibile

Calcolo tragitto in funzione delle emissioni

Il colosso di Mountain View ha deciso di dare una svolta green al suo servizio di navigazione, Google Maps infatti inizierà a calcolare i percorsi alla guida nel modo più sostenibile possibile, tenendo in considerazione nel suo sistema di valutazione, il minor numero di emissioni possibile. Verranno prese in considerazione, per limitare l’impronta ecologica, sia i dati sulla pendenza e la lunghezza delle strade sia i dati predittivi sul traffico, aggregati da intelligenza artificiale.

Google ha dichiarato che il servizio verrà rilasciato prima negli usa e poi avrà una espansione in tutto il mondo appena sarà possibile.

Commitment e sostenibilità contro il climate change

Da adesso, all’avvio, la modalità di calcolo percorso di Maps sarà di default quella “eco-friendly” e starà soltanto alla responsabilità del singolo utente mantenerla o meno.

Ciononostante Google renderà noti sempre i valori stimati a paragone per permettere una decisione razionale al suo consumatore. Sebbene sia vero che non sempre la strada ecologica sia la più veloce, si potrà scegliere, paragonando le emissioni dei due percorsi, se si voglia fare un trade-off sulla velocità per limitare o meno le emissioni. Anche se c’è da dire che gli sviluppatori sono speranzosi che questo scambio eco friendly sia veramente minimo o prossimo allo zero in termini di tempo perso.

Infine, da giugno l’applicazione avvertirà anche in Europa e nel mondo quando e come rispettare le zone a zero emissioni volute dall’amministrazione delle città che aderiscono.

Un vero passo in avanti, che si aggiunge al cammino delle grandi multinazionali nel mondo per guidare la trasformazione dell’economia verso tratti di un già meno pallido verde.

Maps – La svolta green di Google

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: