Corporate Innovation

Futuro del lavoro e sostenibilità: la lettera di Larry Fink, CEO di BlackRock

futuro del lavoro e sostenibilità lettera di larry fink

La lettera di Larry Fink CEO BlackRock è un invito ad agire, a vedere il capitalismo come catalizzatore di cambiamento per la sostenibilità.

Larry Fink, CEO di BlackRock, il più grande fondo d’investimento al mondo, anche quest’anno ha scritto ai Chief Executive Officers delle aziende in cui investono i suoi clienti. Da un decennio a questa parte, l’annuale lettera di Fink ha risonanza in tutto il pianeta, dove BlackRock viene oggi riconosciuta come un colosso della finanza, con più di 10 mila miliardi di dollari in gestione.

In sintesi, il CEO americano tocca quattro punti fondamentali e di grande importanza a livello aziendale:

  • il nuovo mondo del lavoro
  • le nuove fonti di capitale che alimentano le turbolenze di mercato
  • capitalismo e sostenibilità
  • mettere i clienti nelle condizioni di scegliere in merito ai punteggi ESG
Larry Fink, CEO BlackRock
Larry Fink, CEO BlackRock elenca 4 punti fondamentali per le aziende e il mondo intero, nella sua lettera annuale.

Il nuovo mondo del lavoro

In prima battuta, Larry Fink ribadisce come le aziende siano oggi parte di un organismo più ampio, giudicate per il loro ruolo nella società.

Nel mondo odierno, globalmente interconnesso, un’impresa deve creare valore aggiunto per essere ritenuta utile da tutti i suoi stakeholder, e poter quindi fornire un valore a lungo termine per i suoi azionisti.

Larry Fink

Le aziende devono reinventarsi continuamente, evolvendo di pari passo con il mondo che le circonda. La pandemia ha accelerato processi che erano già in atto, rivoluzionando il mondo del lavoro.

L’accesso al capitale per le società innovative è oggi più agevolato che mai. E cambia anche la relazione tra un’impresa, i suoi dipendenti e gli stakeholder. In questo nuovo contesto, i CEO devono dimostrare coerenza, scopi chiari, strategie coese e visioni di lungo periodo.

Nell’incertezza del periodo storico in cui ci troviamo, le aziende devono farsi guidare ed essere fedeli al proprio purpose. Lo scopo di un’organizzazione diventa così essenziale, essendo ciò su cui si fondano le relazioni con i clienti e gli stakeholder e il legame con i dipendenti.

Maggiore attenzione alle persone: clienti, dipendenti, stakeholders

Assistiamo oggi alla great resignation e a una generale richiesta di incremento delle retribuzioni. I dipendenti chiedono qualcosa di più ai loro datori di lavoro, incluse una maggiore flessibilità e mansioni più significative. Il mondo del lavoro tradizionale, in cui si andava tutti i giorni in ufficio, si ignorava la salute mentale delle persone e si tenevano gli stipendi al minimo, non esiste più

Il nuovo mondo del lavoro guarda alle persone ed è più competitivo per i talenti, tanto da spingere le aziende a creare ambienti migliori e più innovativi, che – come dimostrato – portano a bassi livelli di turnover e rendimenti più alti. Oltre a cambiare le modalità di lavoro, la pandemia ha messo in luce diverse questioni e problematiche sociali, come la diversity in azienda, alle quali i CEO devono prestare attenzione.

la pandemia ha cambiato il rapporto tra colleghi, datori di lavoro e dipendenti
“Nessun rapporto è stato più cambiato dalla pandemia di quello tra datori di lavoro e dipendenti.

Le nuove fonti di capitale che alimentano le turbolenze di mercato

Il CEO di BlackRock fa leva sul fatto che si stia sviluppando un panorama dinamico e innovativo, in cui le aziende hanno facile accesso al capitale. In poche parole, il denaro a disposizione è tanto.

Se le realtà più giovani e innovative non riscontrano problemi ad accedere a questi capitali, mosse da nuove idee, i CEO delle aziende consolidate devono comprendere questo nuovo scenario e reagire attirando il capitale in modo responsabile e sostenibile.

Capitalismo e sostenibilità: punto importante della lettera di Larry Fink

La sostenibilità è protagonista nelle parole di Fink, come nella lettera del 2021.

L’”influencer” della finanza rivela come lo spostamento del capitale verso gli investimenti sostenibili sia ancora in fase di accelerazione, destinato a crescere sempre di più. Gli stakeholder si aspettano che le imprese prendano parte al processo di decarbonizzazione dell’economia globale. E, come dichiara il CEO americano, le opzioni sono due: guidare il cambiamento o esserne guidati.

La decarbonizzazione porterà nuovi posti di lavoro, rivolti a chi si dedica alla pianificazione a lungo termine.

Le imprese “unicorno” saranno innovatori sostenibili e scalabili, startup che aiutano il mondo a decarbonizzarsi e rendono la transizione energetica accessibile a tutti i consumatori. 

Ci concentriamo sulla sostenibilità non perché siamo ecologisti, ma perché siamo capitalisti e siamo legati da un rapporto fiduciario verso i nostri clienti.

Larry Fink

Fink si rivolge anche ai governi, sostenendo come le aziende da sole non possano cambiare il clima. Servono percorsi chiari, tassazioni coerenti a favore della sostenibilità, politiche di sostegno per i mercati colpiti dalla transizione e un grande supporto agli investimenti nell’innovazione e nella tecnologia. Solo una collaborazione tra la sfera pubblica e quella privata può portare a un’economia a zero emissioni.

le aziende devono avviare la transizione verso le zero emissioni nette
Ogni azienda e ogni settore saranno trasformati dalla transizione verso un mondo a zero emissioni nette.

Mettere i clienti nelle condizioni di scegliere in merito ai punteggi ESG

Oggi è cambiata anche la relazione tra le aziende e gli azionisti, sempre più attivi e proattivi nella vita dell’azienda. Per questo, dice Fink, “siamo impegnati a favore di un futuro in cui ogni investitore possa anche avere la possibilità di partecipare al processo di voto per delega, se lo desidera”.

Il CEO di BlackRock consiglia di dare ai clienti la possibilità di scegliere sui voti ESG.

Il cd. “capitalismo degli stakeholder” coinvolge gli azionisti e si assume la responsabilità di impegnarsi nei loro confronti attraverso solide pratiche e politiche ambientali, sociali e di governance.

La convinzione di BlackRock è che le imprese ottengano risultati migliori quando sono consapevoli del loro ruolo all’interno della società e quando agiscono nell’interesse dei loro dipendenti, clienti, comunità e azionisti.

Il capitalismo ha il potere di plasmare la società e di agire come un potente catalizzatore di cambiamento.

Larry Fink, CEO di BlackRock

Futuro del lavoro e sostenibilità: la lettera di Larry Fink, CEO di BlackRock

Contatti

Via Prisciano, 72 - 00136 Roma

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: