Future Trends & Tech

Fusione Nucleare, l’uomo a un passo dalla svolta energetica

Fusione Nucleare

Fusione Nucleare, l’uomo a un passo dalla svolta energetica. Le nuove scoperte per una forma di energia pulita e rinnovabile

La fusione nucleare offre la prospettiva allettante di una fonte di energia sostenibile che non potrà mai essere esaurita; per questo gli scienziati del Massachusetts Institute of Technology hanno annunciato quello che descrivono come un “momento spartiacque” nel rendere praticabile la tecnologia.

La fusione avviene quando due o più nuclei atomici si fondono insieme per creare elementi più grandi, rilasciando enormi quantità di energia lungo il percorso. È questo ciò che alimenta le stelle come il nostro Sole. Tuttavia, farlo funzionare sulla Terra, in un sistema che non consuma più energia di quanta ne produce, finora non è stato possibile.

I magneti superconduttori sono stati identificati come un modo per generare le temperature ultra elevate richieste per la fusione nucleare; per questo l’impegno dei ricercatori è proiettato su una gigantesca “calamita” in grado di generare un campo magnetico abbastanza forte da consentire la fusione.

La fusione nucleare può salvare il pianeta?

Composto da 16 piastre impilate insieme e alto circa 3 metri, il nuovo magnete utilizza un materiale superconduttore chiamato ReBCO. In tempi rapidi è stato in grado di raggiungere un campo magnetico da record di 20 tesla, che secondo il team è sufficiente per realizzare la fusione nucleare.

Ora che ha dimostrato le sue capacità, gli scienziati del MIT e i loro collaboratori della startup Commonwealth Fusion System possono iniziare a capire come inserire il dispositivo in un reattore a fusione nucleare.

Il ridimensionamento della tecnologia è fondamentale per rendere pratica ed economica la generazione di energia da fusione, in modo che possa essere integrata nella rete elettrica.

Il combustibile utilizzato per alimentare il reattore sarebbero gli isotopi di idrogeno nell’acqua e, poiché abbiamo una scorta d’acqua quasi illimitata a nostra disposizione, questi reattori potrebbero funzionare indefinitamente. Inoltre, hanno un bassissimo impatto sul pianeta.

Sicuramente c’è ancora molto lavoro da fare e molti altri ostacoli da superare, ma ottenere un magnete con queste capacità è stata una delle sfide più grandi che il team ha dovuto affrontare. Ora quella sfida è stata vinta è possibile accelerare i progressi sulle altre parti del progetto.

E sappiamo tutti che non abbiamo tempo da perdere. L’atmosfera terrestre si sta riscaldando a un ritmo catastrofico e una riduzione sostanziale delle emissioni di carbonio è una priorità. Due cose dovremmo fare in questo momento: eliminare completamente i combustibili fossili e implementare opzioni di energia rinnovabile disponibili; è per questo che la fusione nucleare è così importante per l’uomo. 

Il team del MIT e del CFS spera di avere un impianto di prova operativo entro il 2025; un progetto ambizioso, certo, ma di sicuro non irrealizzabile anche perché ne va della salvezza del pianeta.

Fusione Nucleare, l’uomo a un passo dalla svolta energetica

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: