Corporate Innovation

Facebook, il social network a caccia di contenuti estremisti e violenti

Facebook contenuti estremisti

Facebook, il social network a caccia di contenuti estremisti e violenti; le associazione a sostegno degli utenti e del loro benessere

Facebook sta testando una nuova forma di supporto anti-estremismo applicato agli utenti che che sono stati esposti a contenuti “non convenzionali”.

In una dichiarazione a The Verge, l’azienda ha affermato che il test fa parte di un lavoro più ampio per fornire risorse e supporto alle persone che potrebbero essere state coinvolte o esposte a contenuti estremisti o che potrebbero avere contatti a rischio.

Il social continuerà a rimuovere i contenuti che violano le sue regole, sebbene la società abbia avuto problemi a rintracciare e rimuovere tutto il materiale. La colpa è da attribuirsi anche ai moltissimi gruppi sulla piattaforma. 

Lo stesso Facebook è stato a lungo oggetto di controlli rigorosi, poiché molti affermano che i suoi algoritmi dividono le persone e le spingono verso ideologie estreme; cosa che l’azienda stessa ha riconosciuto.

Facebook le molte iniziative in campo contro li contenuti estremisti

Intanto i test della società vanno di pari passo con la sua Redirect Initiative, che aiuta a combattere l’estremismo violento e le organizzazioni pericolose in diversi paesi. Il programma (come suggerisce il nome) reindirizza gli utenti a risorse educative invece di ulteriori contenuti d’odio. 

L’azione fa parte della campagna Call for Action di Christchurch che identifica sia gli utenti che potrebbero aver visto contenuti estremisti, anche in passato.

Sul noto social esistono già molte pagine e molti schemi di controllo che si occupano di rintracciare e cancellare contenuti violenti; tuttavia stanno nascendo anche molti gruppi di supporto per aiutare le a segnalare i propri cari che finiscano nella rete di associazioni o gruppi violenti. Tra le più famose, troviamo ExitUSA di Life After Hate, che secondo Facebook aiuta le persone a trovare “una via d’uscita dall’odio e dalla violenza”

Facebook, come altre piattaforme, ha avuto problemi con l’estremismo per molto tempo; sebbene sia positivo che stia cercando di combatterlo, alcuni dei suoi sforzi potevano essere implementati già molto tempo fa in modo da evitare tragedie molto più grandi.

L’iniziativa è lodevole, speriamo solo che l’azienda riesca davvero a mantenere la promessa e sradicare l’odio dalle sue pagine.

Facebook, il social network a caccia di contenuti estremisti e violenti

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: