Corporate Innovation

Cina, la decarbonizzazione come motore per la crescita del paese

Cina decarbonizzazione

Cina, la decarbonizzazione come motore per la crescita del paese. Quali saranno i futuri modelli di sviluppo del colosso orientale?

Gli sforzi per ridurre i livelli di carbonio potrebbero diventare un nuovo motore di crescita per l’economia cinese nel prossimo decennio. Questo potrebbe offrire opportunità di investimento in una varietà di settori che probabilmente supereranno le perdite in altre aree.

I commenti degli esperti sono arrivati ​​nel mezzo di accese discussioni su come la transizione mondiale verso un utilizzo a basse emissioni di carbonio rimodellerà le principali economie; tuttavia questo potrebbe portare a nuove preoccupazioni su un eventuale danno per la crescita della Cina, data la sua struttura economica ad alta intensità energetica.

Eppure uno studio ha rilevato che si prevede che le misure per alleviare il cambiamento climatico aumenteranno la crescita economica annuale del paese di 0,1 punti percentuali al 4,8% dal 2025 al 2030.

Sembra che la grande quantità di investimenti necessari per nuove infrastrutture e aggiornamenti tecnologici possa stimolare direttamente la crescita. Inoltre, data la posizione di leader del colosso del Sol Levante riguardo l’energia rinnovabili esso possa beneficiare anche della crescente domanda globale di tali tecnologie e attrezzature-

La transizione a basse emissioni di carbonio probabilmente incoraggerà anche più attività di ricerca e sviluppo; cosa che potrebbero portare a una maggiore produttività attraverso le innovazioni.

Al contrario, la decarbonizzazione potrebbe attenuare la crescita dell’economia degli Stati Uniti nei prossimi 10 anni, date le sue grandi industrie petrolifere e del gas. L’economia europea potrebbe ottenere una spinta netta nello stesso periodo in cui gli investimenti nelle tecnologie verdi aiutano a sostenere la domanda aggregata.

A cosa porterà la decarbonizzazione della Cina?

Per gli esperti, sembra che la transizione in corso della Cina verso un’economia a basse emissioni di carbonio ha portato nuove opportunità di business per una varietà di settori. Non sorprende, quindi, che molti investitori stiano guardando al mercato con rinnovato interesse.

Ovviamente, la cosa non sarà priva di costi che potrebbero presentarsi sotto forma di perdite di produzione delle industrie inquinanti e costi più elevati per le società. 

Se l’eliminazione graduale delle industrie tradizionali procedesse a un ritmo così veloce da non consentire alle nuove industrie ecologiche di recuperare il ritardo; la crescita economica potrebbe subire pressioni al ribasso. Per questo occorre intensificare gli sforzi per lo sviluppo di settori eco-compatibili entro i prossimi anni e, ovviamente, prima che la transizione “green” sia completata.

L’idea della Cina è procedere gradualmente, iniziando a lavorare e commercializzare, anzitutto, veicoli meno inquinanti e poi intervenire sul resto delle attività.

Stiamo parlando di una delicatissima equazione che potrebbe causare l’innalzamento del prezzo di alcune materie prime e di alcuni settori.

Insomma, nel breve periodo, la decarbonizzazione potrebbe destabilizzare l’economia della Cina; ma sul lungo percorso questo porterà a grandissimi benefici non solo in termini economici. Ovviamente anche l’ambiente ringrazia.

Cina, la decarbonizzazione come motore per la crescita del paese

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: