Future Trends & Tech

Whatsapp: Si potrà finalmente entrare in chiamate già avviate

Whatsapp accesso chiamate

Whatsapp, davvero, finalente. Non ho parole. Era anche ora a dire il vero. Sono state implementate le risposte alle chiamate postume. Evviva!

Esatto, una rivelazione tanto semplice quanto sconcertante.

Whatsapp finalmente implementa una funzione, principe, se per questo nella concorrenza (vero Discord?).

Da lunedì un nuovo menu per accedere alle conversazioni in corso

La nuova funzione è stata rilasciata con un post su Facebook dal CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, la patch sarà rilasciata lunedi prossimo. Si tratta di una possibilità nuova, per certi versi, quella di accedere a chiamate e videochiamate in ingresso anche in un secondo momento, nel mentre la conversazione è in corso per gli altri invitati, senza dover essere aggiunti.

Per far si che questo sia semplice ed immediato è stato studiato il nuovo menù, questo permetterà di entrare nelle call per parteciparvi in maniera meno irrevocabile rispetto al classico metodo di: risposta alla notifica che, se persa, impedirà per sempre di rientrare in quella chiamata.

Chi si ferma è perduto? Ora non più

Assieme a tale novità, WhatsApp consentirà di vedere chi è già dentro la conversazione, così come gli utenti invitati ma non ancora entrati. Proprio come le altre chiamate vocali e video, anche queste saranno crittografate end-to-end, preservando la privacy degli iscritti.

Una mossa, quella di WhatsApp, che si spinge verso servizi di messaggistica avanzata simili, come Zoom e Teams, in ascesa dal boom pandemico di SmartWorking e DaD.

Non è ancora chiaro se le funzioni di accesso saranno anche da Web WhatsApp o soltanto da telefono, ma per questo speriamo vivamente che si possa posizionare anche sulle chiamate via pc per rendere tutto più semplice.

Whatsapp: Si potrà finalmente entrare in chiamate già avviate

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: