Startup & Entrepreneurship

La trasformazione nell’industria Millennial – episodio 8

Millennials e Skincare

La skincare è diventata una delle routine più amate dai millennials. Il mercato però deve adattarsi alla selettività dei loro consumi.

Fino ad oggi abbiamo visto elementi di trasformazione nelle industrie più disparate, ma mai, ad oggi un singolo esame dell’apertura di un mercato marcato sul genere.

La Skincare è una delle industrie che ha ricevuto un boost di guadagni dei più considerevoli aprendosi un mercato dove prima non esisteva, o quasi, il genere maschile.

Per quanto pesante sia detta così, fino a pochi anni fa era impensabile anche solo lontanamente che un ragazzo comprasse delle creme per il viso, una maschera? Ma siamo a carnevale?

E invece eccoci qui, coccolati dall’argilla

Per quanto l’elemento di genere sia importante, non è questa la trasformazione che stiamo cercando, anche se c’è da dire che la ha parecchio aiutata.

Stiamo parlando della nebulizzazione dell’industria in funzione di piccoli competitors e produttori che hanno raggiunto in poco fette di mercato abbastanza grandi, o nicchie abbastanza specifiche da competere con le grandi catene tradizionali.

In due anni si è registrato un incremento del 25% del consumo totale e si parla di 2015-2017.

Il trend era ancora in crescita, e attualmente è considerato una delle colonne portanti della cosmesi.

Ciò che cambia e che dovrebbe arrivare alle industrie il prima possibile, è come i millennials scelgono i prodotti.

I millennials sono 3 volte più propensi delle passate generazioni a provare, dopo personale ricerca brand nuovi che usano i social media. È proprio un cambio culturale.

C’è inoltre il 37% di probabilità che si fidi di una marca che vede tra i post sponsorizzati, e soprattutto che vi reagisca.

L’advertising per i giovani passa necessariamente per il web marketing

Specialmente per quello dell’influencing.

La necessità fondamentale quindi, a livello aziendale, visto che il mercato si sta riempiendo molto in fretta è di creare forti connessioni con il proprio pubblico e di veicolare certezza e affidabilità, questo perché oltre a ciò che è stato detto, va rimarcato che il potere d’acquisto dei giovani uomini ancora è basso, nonostante esista e si faccia valere, e che quindi c’è sempre una attenzione la portafogli, che ha portato a una maggiore attenzione alla scelta e ad un maggiore investimento di tempo al fine di trovare il prodotto esattamente per loro, ma che potrebbe cambiare con molta facilità.

La trasformazione nell’industria Millennial – episodio 8

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: