Future Trends & Tech

Come integrare Intelligenza Artificiale e medicina? La risposta degli scienziati

Intelligenza Artificiale e medicina

Come integrare Intelligenza Artificiale e medicina? La risposta degli scienziati alle sfide del futuro tra innovazione e finanziamenti

Dopo un’operazione o una procedura di routine eseguita in ospedale, le complicazioni dovute a shock settico o infezioni non sono proprio rare. C’è bisogno di cure immediate e di interventi sempre più mirati per cercare di portare al minimo rischi del genere.

Secondo il CDC, circa 270.000 degli 1,7 milioni di americani che sviluppano la sepsi muoiono ogni anno;  in ospedale questo riguarda 1 decesso su 3.

Come già detto servono interventi immediati, ma se il personale medico non dovesse accorgersi tempestivamente della cosa, cosa si potrebbe fare al riguardo?

Qui entrano in gioco le intelligenze artificiale che notificano precocemente lo stato di salute dei pazienti e aiutano il personale medico ad intervenire in tempi rapidi.

Sono molti (negli Stati Uniti) gli ospedali stanno già testando tali sistemi di allerta precoce. Questi si basano su Intelligenza Artificiale e apprendimento automatico, sviluppati appositamente per il sistema sanitario e pensati per dare una mano al personale medico.

Proprio su questo sta lavorando Suchi Saria, direttore del Machine Learning and Healthcare Lab della Johns Hopkins University e fondatore e CEO di Bayesian Health.

L’intento della scienziata è quello di portare l’intelligenza artificiale a un legame sempre più stretto con il mondo della sanità. Stiamo parlando di un impatto sociale altissimo che può realmente dare un contributo fondamentale alla scienza e, ovviamente, una grande mano a medici e infermieri in tutto il mondo.

Intelligenza Artificiale e medicina, il futuro del settore riparte da qui

Intelligenza Artificiale e medicina hanno hanno fatto passi da gigante e continueranno ancora per molto tempo in questa direzione. Per questo non sorprende affatto l’interesse nel settore da parte degli esperti. 

Se la pandemia ancora in corso ci ha insegnato qualcosa è il vero valore della prevenzione e della tempestività. Due elementi fondamentali nella moderna medicina che potrebbero salvare milioni di vite.

E se la risposta a queste esigenze si trovasse proprio nei nuovi sistemi di AI e di apprendimento automatico; potrebbe trattarsi di una delle scoperte mediche più importanti di sempre. 

Al momento sono essenzialmente tre li problemi da affrontare in questo senso.In primo luogo, permangono sfide legate all’integrazione e all’accesso ai dati della cartella clinica elettronica. In secondo luogo, gli incentivi per gli ospedali non sono adeguati; è evidente a tutti che le strutture non vengono ricompensate finanziariamente per aver salvato vite. Infine, è necessario costruire più fiducia tra i medici su questo argomento.

Nonostante questo, comunque, gli esperti prevedono che l’intelligenza artificiale troverà applicazioni su tutta la linea nell’assistenza sanitaria; dai modelli di cure specialistiche, alle terapie costose o “cucendo” insieme i dati in diverse impostazioni al fine di prendersi cura in modo ottimale dei pazienti.

Le soluzioni ai problemi del sistema sanitario già esistono e seppure in via di sviluppo, sono già comunque molto valide. Tutto sta nel saperle adoperare al meglio ed, eventualmente, riuscire ad agire in termini di finanziamenti e in termini di fiducia in materia.

L’intelligenza Artificiale nel settore della medicina potrebbe fare grandi cose, sta a noi e agli scienziati riuscire a integrare le due cose in modo che collaborino e non si ostacolino a vicenda.

Come integrare Intelligenza Artificiale e medicina? La risposta degli scienziati

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: