Future Trends & Tech

Il futuro dell’auto sarà elettrico? I dubbi del settore e dei consumatori

Al momento i costi di una riconversione globale all’elettrico sono ancora piuttosto sostenuti, così come i costi di acquisto di auto ibride o elettriche.

Sono molte le case automobilistiche che stanno ripensando la propria produzione in prospettiva di un completo abbandono dei carburanti fossili.

L’elettrico, quindi, sembra destinato a diventare la nuova frontiera dell’automotive che porterà immensi benefici in termini di risparmio economico e, ovviamente, sostenibilità ambientale.

Secondo gli esperti il futuro dell’automobile sarà sicuramente elettrico, nell’ottimistica prospettiva di elettrificare il più possibile e, dove non fosse possibile, ripiegare sull’idrogeno che comunque risulterebbe un’alternativa più costosa.

Questo, per quanto riguarda il trasporto considerato “leggero”, verso il quale sempre più case produttrici stanno ridisegnando i propri progetti per il futuro. Per quanto riguarda, invece, il trasporto pesante non ci sono ancora dati certi al riguardo ma, con buone possibilità, si potrebbe continuare a lavorare temporaneamente con macchine ibride a metano o a idrogeno a seconda dei casi.

Al momento, comunque, la soluzione più concreta dovrebbe essere quella della realizzazione di una rete di infrastrutture per la ricarica dei veicoli sul territorio. Lo sviluppo della suddetta, per quanto in rapida crescita, non è ancora in grado di provvedere a un aumento troppo importante di veicoli in circolazione. In questa prospettiva si sta investendo molto anche per delle colonnine di ricarica private, quindi poste nei cortili delle abitazioni, nei garage ecc per permettere agli utenti di poter rifornire la propria auto in completa autonomia. A questo proposito, con il superbonus 110%, nella sezione che riguarda l’installazione di pannelli fotovoltaici, sono inclusi anche gli interventi di posizionamento di una colonnina di ricarica autonoma. Questo però dovrebbe presupporre che questo incentivo venga rinnovato per gli anni a venire.

Lo stesso discorso vale anche per l’idrogeno che ancora non dispone delle infrastrutture necessarie a soddisfare il fabbisogno generale. Chiaramente, questo tipo di combustibile non può essere destinato a un uso autonomo e ci sarà quindi bisogno di nuove stazioni di servizio attrezzate.

Al momento i costi di una riconversione globale all’elettrico sono ancora piuttosto sostenuti, così come i costi di acquisto di auto ibride o elettriche. Però, secondo gli esperti, questa situazione andrà gradualmente a migliorare non appena la produzione di veicoli del genere sarà più costante. Così come è avvenuto per tutte le nuove tecnologie che hanno subito un graduale abbassamento dei prezzi direttamente proporzionale alle unità prodotte.

L’elettrico sarà sicuramente il futuro del settore automobilistico e a fronte di questo tutti i più importanti marchi stanno lavorando su nuovi modelli completamente elettrificati. Quello che serve, però, è un piano di investimenti che sia in grado di diluire i costi iniziali e che possa creare una rete di infrastrutture per la ricarica solida ed efficiente.

Il futuro dell’auto sarà elettrico? I dubbi del settore e dei consumatori

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: