Marketing & Communication

Aggiornamento – Tiktok: Garante della privacy chiede nuove misure

Il Garante della privacy chiede misure di sicurezza ulteriori a TikTok. Deve essere ancor più tassativo il divieto d’accesso ai più piccoli sulla piattaforma, che si è impegnata ad adottarle sul mercato italiano.

Le misure finora intraprese, secondo il provvedimento d’urgenza del garante per la privacy hanno portato a risultati significativi ma ancora insufficienti, secondo le autorità competenti.

Tra il 9 febbraio, inizio del blocco, al 21 aprile sono stati rimossi e cancellati almeno 500 mila account, perché probabili minori di 13 anni.

Il garante ha dunque chiesto a TikTok, di dispiegare ulteriori interventi.

L’operato verrà vigilato per ottenere un effettivo adempimento in relazione agli impegni assunti e proseguirà l’attività di indagine e verifica durante tutto il corso dell’operazione.

La piattaforma dichiara: “La privacy e la sicurezza dei nostri utenti sono la priorità assoluta per TikTok, in particolare di quelli più giovani. Per supportare la nostra community in Italia e a seguito delle conversazioni in corso con il Garante dall’inizio dell’anno, stiamo sperimentando ulteriori misure per assicurare che solo gli utenti che abbiano almeno 13 anni possano usare TikTok, inclusi una campagna educativa a livello nazionale e un programma di sensibilizzazione in app e attraverso altri mezzi per promuovere l’alfabetizzazione digitale”

Saranno sufficienti ora le misure per la tutela dei giovani?

Aggiornamento – Tiktok: Garante della privacy chiede nuove misure

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: