Startup & Entrepreneurship

I 7 giovani imprenditori da tenere d’occhio nel mercato moderno

imprenditori

I 7 giovani imprenditori da tenere d’occhio nel mercato moderno. Quali sono i consigli e le idee dei nuovi Bill Gates e Steve Jobs?

Molti degli imprenditori di successo hanno consigli e approfondimenti da condividere con le persone che si interessano di business e affini.

I grandi nomi come Elon Musk, Bill Gates, Steve Jobs e via dicendo hanno molto da “insegnare” alle persone; tuttavia anche i giovani imprenditori possono dare aiuti  e dritte concrete.

Andiamo a vedere sette giovani realtà aziendali e i consigli dei loro fondatori per aiutare le persone nel mondo del business

Nick Molnar, Co-fondatore: Afterpay

Molnar ha co-fondato la società buy-now-pay-later Afterpay, che ora è la più grande del settore in Australia ed è recentemente entrata nel  mercato statunitense.

A settembre 2020, la sua base di clienti ha raggiunto 11 milioni di persone a livello globale, di cui il 60% negli Stati Uniti. In Australia detiene una quota di mercato del 73%.

Il 23 marzo dello scorso ‘anno, il prezzo delle azioni era di $ 8,90. Solo nove mesi dopo è arrivato a $ 121,31. Stiamo parlando di un business che interessa molto i millennials e i consumatori emergenti della Generazione Z che stanno adottando sempre di più questo modello di pagamento. 

Il suo consiglio: “Si tratta di essere consapevoli e di ascoltare attivamente. Man mano che la nostra attività cresceva e la squadra cresceva, era importante ascoltare la mia squadra prima di agire”.

Cami Tellez, Co-fondatore: Parade

All’età di 22 anni, Tellez era scontenta dei reggiseni imbottiti commercializzati dai grandi marchi che però non rappresentavano un modello ideale di consumatore. Così ha deciso di sfidare il mercato co-fondando un’azienda di biancheria intima che fosse divertente, colorata e, soprattutto, comprensiva di tutti i tipi di corpo. Parade, è nata nel 2019.

Sfidare l’industria della biancheria intima è una mossa saggia; si parla di un mercato che dovrebbe valere 325 miliardi di dollari entro il 2025. I suoi clienti stanno diventando sostenitori del marchio, con uno su otto di loro che pubblica foto su Instagram indossando biancheria intima Parade.

Il suo consiglio: “Il consiglio più importante che ho ricevuto è stato quello di rimanere fedele a me stesso.”

Patrick Finnegan, Co-fondatore: Intuition Capital, TGZ Capital

Patrick da adolescente, ha lanciato le startup tecnologiche Prepprep Showcase e WorldState, rivolte principalmente alla Generazione Z.

 A soli 24 anni, sta costruendo un portafoglio impressionante con investimenti in oltre 30 società, tra cui Lyft, Switch e Hims.

Il suo consiglio: “Non sono un laureato della Harvard Business School. Il modo in cui guardo un’azienda è molto diverso. Lo guardo come il modo in cui la mia generazione si rapporta ad esso.”

Rohan Shah, Co-fondatore: Estendi. Partner di investimento, Shah Capital

Nel 2019 ha lanciato Extend, un’offerta di prodotti che rende più facile per i commercianti offrire garanzie estese online. L’azienda guadagna principalmente attraverso una commissione sulle vendite in garanzia.

Negli ultimi dodici mesi hanno annunciato partnership con Peloton, iRobot, Logitech e Harman. 

Il suo consiglio: “La fiducia è letteralmente attaccata al muro nel nostro ufficio. La fiducia è la parola numero 1 a cui pensiamo quando creiamo funzionalità per i nostri consumatori finali. Come fanno a fidarsi di noi più dei programmi del passato? E come possiamo guidare ancora più fiducia e lealtà tra quel consumatore finale e il marchio da cui hanno acquistato?”

Michele Romanow, Co-fondatore di Clearbanc

Il World Economic Forum l’ha nominata Young Global Leader, ha lanciato la prima caffetteria a zero rifiuti mentre era al college e ha fondato altre tre società prima dei 30 anni. 

La sua azienda di maggior successo è Clearbanc, lanciata nel 2015, attraverso la quale ha investito oltre 1 miliardo di dollari in oltre 3000 aziende. Clearbanc è una società di venture capital che “è specializzata in accordi di condivisione dei ricavi non diluitivi con le start-up. 

Il suo consiglio: “Devi capire che tutte le idee iniziano molto in piccolo. Il consiglio più grande che ho è che devi iniziare subito. Letteralmente, proprio ora, dove sei oggi”.

Taraji P. Henson, Attrice, Fondatrice Boris Lawrence Henson Foundation, Proprietaria TPH di Taraji, Fondatrice TPH Entertainment

L’attrice ha una linea di prodotti per la cura e la bellezza dei capelli, una società di produzione e una fondazione per la salute mentale.

Dopo aver sofferto in silenzio per problemi di salute mentale, ha deciso di avviare un’organizzazione no-profit per aiutare le persone con lo stesso problema. Nel 2018 ha avviato la Fondazione Boris Lawrence Henson che prende il nome da suo padre, un veterano del Vietnam, con problemi mentali.

Henson aveva faticato a trovare un terapista nero, dicendo che era come “cercare un unicorno viola con un corno d’oro”. Inizialmente concentrata sulla sensibilizzazione sulla salute mentale, si è rapidamente trasformata una volta che la pandemia di COVID ha colpito come qualsiasi vero imprenditore. Ora la fondazione si concentra sulla facilitazione dell’assistenza sanitaria mentale. 

Il suo consiglio: “Non vedo l’ora di trattare i dipendenti e non vedo l’ora di trattare le persone che lavorano per me perché voglio che sappiano quanto significano per me e quanto sono apprezzati e quanto ho bisogno di loro”.

Cody Alt, Fondatore di PureKana, Kushly, Elevate Media, Slapps Underwear e Never Sell Dope

Ha co-fondato Mon-Dak Oilfield Services, un appaltatore di bonifica di piattaforme petrolifere, nel 2012 e all’età di 26 anni guadagnava $ 50.000 a settimana. Ha deciso di lanciare una nuova impresa — Body Fuel, che ha consumato così tanto le sue finanze che nel 2016, all’età di 28 anni, ha fatto ricorso alla distribuzione di volantini e al bartending per guadagnarsi da vivere.

Fu allora che passò a quella che vedeva come una grande opportunità: la cannabis. Con l’evolversi del panorama politico, Alt ha visto l’opportunità di lanciare una serie di attività, integrate verticalmente che potrebbero permettergli di dominare il mercato.

Le quattro società: PureKana, Kushly, Elevate Media, Slapps Underwear e Never Sell Dope, hanno guadagnato oltre $ 60 milioni nel 2019. Le prime due società si concentrano sul CBD (legale in tutti i 50 stati) e sui prodotti a base di cannabis. 

Il suo consiglio: “Ho messo il mio sangue, sudore e lacrime in questa azienda per farla decollare quando non avevo niente. Ho altre aziende di successo ora, ma niente di tutto questo sarebbe mai stato possibile se non avessi toccato il fondo e non avessi imparato come rifocalizzare la mia responsabilità nella vita e ritenermi responsabile per non lasciarla fallire.”

I 7 giovani imprenditori da tenere d’occhio nel mercato moderno

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: