Marketing & Communication
New Ways of Working

Cosa c’è dietro una people strategy?

people strategy

People Strategy, paradigma ormai inevitabile di ogni Future Workplace. Ma cosa c'è dietro questa strategia? Quale approccio?

I recenti avvenimenti ci hanno costretto ad una ridefinizione delle dinamiche collaborative aziendali. Se da un lato, alcune realtà sono state veloci nel rivedere le proprie abitudini e rendersi di nuovo attrattive (e competitive!) in un mondo mutato nella propria consapevolezza, altre rischiano di rimanere intrappolate in modelli organizzativi non compatibili con l’innovazione digitale.

Si parla infatti di Digital Transformation quando si intende il processo multidisciplinare che consiste nell’acquisire strategie informatiche e competenze specialistiche al fine di intraprendere un nuovo percorso coadiuvato da investimenti in risorse umane e finanziarie necessarie allo stesso processo di trasformazione.

Nuove regole, nuove declinazioni di leadership, nuova cultura e digital skills, ma soprattutto una mappatura dei cosiddetti Digital Ready (soggetti che non solo possono portare innovazione tecnologia all’azienda, ma che sono già propensi al suo utilizzo) e un loro coinvolgimento nelle stesse dinamiche aziendali.

Conoscere, sviluppare e rinforzare le competenze digitali dei dipendenti è la chiave di volta per affrontare il cambiamento.

Smart Working e Lavoro Agile

Una delle sfide repentine che tutte le aziende si sono ritrovate ad affrontare senza preparazione alcuna è stata quella della destrutturazione dello spazio fisico in favore di modelli di lavoro agile, abbandonando vincoli e rigidità di gestione e instaurando un rapporto di fiducia con il dipendente che, sentendosi più libero di organizzare luoghi e tempi di lavoro, può garantire una maggiore produttività all’azienda.

Più qualità degli output di lavoro, maggiore soddisfazione delle esigenze dei collaboratori e valorizzazione delle loro capacità e caratteristiche personali.

Empowerment e responsabilizzazione dei dipendenti, impegno nei loro confronti per garantire un ambiente collaborativo adeguato, prontezza di risposta per i cambiamenti e una visione a lungo termine. Queste le aree di intervento che hanno contraddistinto il recente periodo storico, fino a diventare pilastri inossidabili di quella che viene definita People Strategy, paradigma ormai inevitabile di ogni Future Workplace.


Leggi anche Cosa succede all’employee experience durante lo smart working


People Strategy: la base del future workplace

Una people strategy ottimale consiste nell’unire le strategie di business alle risorse umane, determinare i valori della propria organizzazione attraverso l’interazione con (e tra i) dipendenti, per garantire che si sentano coinvolti e stimolati nel promuovere gli obiettivi.

Lo sviluppo di un’azienda non può infatti prescindere dal proprio capitale umano: competenze, modelli organizzativi, stili di leadership, cultura digitale… Sono tutti pilastri su cui costruire una cultura che metta al centro il collaboratore, che però deve essere adeguatamente motivato o, come si dice in gergo, “ingaggiato” nelle dinamiche aziendali.

Se da un lato le risorse umane possono supportare questo movimento con una proposta di valori adeguata, dall’altra serve instillare una connessione critica tra Azienda e Collaboratori (con conseguenze positive sul rapporto con i Clienti). Dare priorità all’esperienza di lavoro dei dipendenti risulta infatti fino a quattro volte più redditizio rispetto allo sviluppo di un marchio forte e consolidato.

L’employer branding, cioè la reputazione che l’azienda si costruisce come datore di lavoro, e il talent scouting, cioè la ricerca di talenti che combaciano con la trasformazione digitale, diventano i nuovi paradigmi su cui sviluppare una nuova ricchezza aziendale. Sono infatti le persone la risorsa più preziosa di un’azienda, ma la difficoltà nel trovare, identificare, sviluppare e trattenere talenti le rende anche la risorsa più rischiosa.

Come capire se la people strategy sta funzionando? 

Ci sono vari indicatori per capire se il modello implementato nella propria azienda sta funzionando.

  • Produttività: nessun passo indietro rispetto a quanto detto, migliori risultati sono, molto spesso, una diretta conseguenza di un ambiente collaborativo sano e funzionale.
  • Comunicazione e interazione: dalle mail alla revisione di documenti e procedure, se il completamento dei task è una strada lunga, tortuosa e piena di incomprensioni allora è il momento di rivedere le modalità di interazione tra i dipendenti.
  • Coinvolgimento: non di solo lavoro vive l’uomo. Dunque perché non rendere un “luogo” (al netto delle destrutturazioni di cui sopra) dove passiamo almeno ¼ della nostra giornata lavorativa piacevole, accogliente e capace di coinvolgere e intrattenere?
  • Advocacy: abbiamo già detto che il valore di un’azienda è la risultante di molti fattori, ivi incluso il suo capitale umano. Dunque perché non farli diventare i nostri migliori ambassador?

people strategy modelli organizzativi

Da dove iniziare con il cambiamento? 

Se ti stai chiedendo da dove partire per implementare un cambiamento positivo nella tua azienda, comincia con riflettere sulle consuetudini di ognuno di noi: dove ci si riunisce di solito? Forse nella piazza della propria città? O nei salotti digitali tipo Facebook o Linkedin?

Ecco, ora immagina di dover creare un ponte con la situazione reale: la risposta è tutta lì, nell’adozione di una strategia che sia in armonia con le abitudini ormai consolidate nel nostro quotidiano e permetta un continuum tra gli spazi aggregativi reali e gli angoli di interazione digitali. Ciò permetterà di stimolare un senso partecipativo e identitario del singolo employee, che attraverso survey, feedback, comunicazioni e interazioni con la dirigenza e gli altri collaboratori, vedrà riconosciuto il suo contributo potenziale nelle dinamiche aziendali.

Lumapps permette proprio di integrare le dinamiche di social networking con strumenti avanzati di collaborazione e condivisione documentale. Il tutto salvaguardando e incentivando la cooperazione e la comunicazione tra tutti i settori dell’azienda.

Inoltre, attraverso la dashboard, permette di avere dei report specifici per ogni aspetto della vita aziendale: dei validi indicatori per tenere sotto controllo in ogni momento la vita (e il valore) della propria organizzazione.


Qui trovi una Video Spremuta a tema tutta da gustare con Dario Saramin Innovation Manager di Innext

Cosa c’è dietro una people strategy?

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: