Marketing & Communication

Ultimo giorno di IGTconf21: ti raccontiamo il talk di Raffaele Gaito "Growth Hacking Mindset"

talk di raffaele gaito igtconf

Il talk di Raffaele Gaito ad IGTconf è sul "Growth Hacking Mindset" approccio orientato alle persone ed alla sperimentazione continua.

Italia’s Growth Talent, giornata conclusiva. Il talk di Raffaele Gaito sul tema “Growth Hacking Mindset” è da non perdere assolutamente, e per questo siamo qui a raccontartelo. Raffaele Gaito si concentra su un approccio differente al mondo del lavoro. Un modo orientato verso le persone e verso il mettersi continuamente in dubbio e sperimentare.
In un mondo del lavoro orientato verso i risultati e i dati, la soluzione per rispondere alle nuove esigenze e alle nuove crisi del settore è sperimentare, porsi le domande giuste e prendere in considerazione non solamente i dati, ma le persone dietro ad essi.

Le quattro caratteristiche del mercato attuale secondo Gaito

  1. È un mercato in continuo cambiamento, grazie alla tecnologia e al digitale abbiamo acquisito una velocità che non era mai stata raggiunta. Pensiamo ai social, ai software, ai trend, tutto cambia alla velocità della luce.
  2. Tutti i canali si saturano. Quello che stai facendo oggi a un certo punto smetterà di funzionare. I canali che utilizziamo ora per acquisire clienti ad un certo punto si saturano e quindi bisogna essere sempre attenti ai cambiamenti della rete e del mercato.
  3. Viviamo un’epoca problematica. Ci sono delle aziende che hanno invaso ogni settore e dobbiamo tener presente che sono nostri competitor assieme alle aziende che operano nel nostro settore. Google, Amazon e via dicendo possono entrare in qualsiasi mercato e prenderselo in poche ore, è una realtà da tenere conto perché possono entrare nel nostro settore in qualsiasi momento.
  4. Siamo all’inizio di una nuova crisi finanziaria a livello globale. Il post-covid avrà delle ripercussioni in tutti i settori e nessuno sarà esente da questa crisi. Quando ci troviamo davanti alle crisi cambiano le regole del gioco, le crisi cambiano abitudini e priorità per questo dobbiamo evolvere e cambiare il nostro modo di fare business.

La soluzione a tutto questo è sperimentare, e avere un approccio, un mindset orientato alla sperimentazione.


Leggi anche I 3 consigli di Raffaele Gaito per ripartire con il business


I 4 parametri del growth hacking mindset

Ci sono quattro parametri che devono entrare a far parte del nostro modo di lavorare.

Esperimenti

Avere una mentalità orientata alla sperimentazione è fondamentale in questo periodo storico. È un concetto che vale per tutti, dalla startup alla multinazionale.
Significa rimettere tutto in discussione.
Il 2020 è stato un anno che ha cambiato profondamente le nostre abitudini; rimettere tutto in discussione vuol dire uscire dalla zona di comfort.
Siamo talmente immersi nelle cose che facciamo che perdiamo di vista il quadro generale, bisogna fare un passo indietro e guardare la figura per intero per avere sotto controllo ciò che stiamo facendo e verso cosa stiamo andando.

Dati

Non è banale essere orientati ai dati e farci indicare da questi le decisioni da prendere. Occorre anzitutto sapere quali dati leggere, come interpretarli e prendere delle decisioni basate su di essi. Bisogna mettere da parte esperienza, intuito ed istinto e prendere decisioni solo in base ai dati. L’esempio è il 2020, quanti imprenditori potevano prendere decisioni in base all’esperienza? Quanti avevano già affrontato la pandemia?
Ci sono dati quantitativi e qualitativi. I primi sono orientati ai numeri e i secondi ai feedback delle persone, entrambi ci dicono cosa sta succedendo e perché. Ovviamente per avere un quadro completo occorre mettere il cliente al centro e ricordarsi che dall’altra parte ci sono esseri umani. Per prendere decisioni sul nostro business occorre tenere presente le persone.

Creatività

La creatività non è una competenza o un ruolo aziendale. Tutti sono creativi, ma non tutti utilizzano la creatività. In tutti i contesti ci sono dei limiti messi da qualcuno prima di noi, chi è veramente creativo sfida questi limiti e queste barriere e cerca di superarli.
Il suggerimento è generare più alternative possibili. Smettiamo di pensare all’unica alternativa migliore, dobbiamo sperimentare e trovare quante più idee possibile. Sospendiamo il giudizio e mettiamo da parte i nostri pregiudizi. L’idea vincente può arrivare da qualsiasi persone dell’azienda e non solo dai massimi livelli.

Domande

Significa dare meno focus alle risposte e dare più attenzione alle domande. Cerchiamo sempre l’esperto che ci dica cosa dobbiamo fare nella vita e sul lavoro, ma la verità è che nessuno ha tutte le risposte.
Dobbiamo concentrarci sulle domande e smettere di farlo sulle risposte. Fare domande è inteso come un qualcosa da non sapere che viene visto come un fattore negativo. In realtà non è un male perché non possiamo sapere tutto e dobbiamo ammettere di non sapere delle cose .
Ovviamente bisogna porsi le giuste domande. Le domande sono le chiavi per aprire le porte dell’innovazione e del progresso.

“Quali domande ti poni?”

Ci sono delle domande da porsi per capire come migliorare il proprio lavoro ogni giorno: cosa è andato bene oggi? Cosa è andato male oggi? Cosa posso fare per imparare dai miei errori? Cosa posso fare per non ripetere gli stessi errori?

“Come proteggere il business dai big?”

Provare a vedere cosa è successo in passato nei mercati in cui i big sono già entrati: quali sono le aziende sopravvissute e sono riuscite a differenziarsi? Bisogna capire l’esperienza delle realtà imprenditoriali più piccole che sono riuscite a sopravvivere all’ingresso dei big nel loro settore. L’interrogativo da porsi è: cosa possono fare i piccoli che i big non possono fare?

“Come allenare la creatività?”

Bisogna stimolare continuamente la creatività. Circondarsi di persone che sono d’accordo con noi e col nostro lavoro non aiuta. Il suggerimento è uscire da questa bolla e provare cose anche lontane dalla vostra zona di comfort. Ci riempiamo di cose che confermano quanto già sappiamo, se vogliamo stimolare la creatività occorre cercare input da persone diverse da noi e quindi ci portano a metterci in dubbio.


Vuoi rivedere la Video Spremuta con Raffaele Gaito? Parliamo di Growth, Mindset ed Ads: https://bit.ly/video-spremuta-raffaele-gaito


Ultimo giorno di IGTconf21: ti raccontiamo il talk di Raffaele Gaito "Growth Hacking Mindset"

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: