Marketing & Communication

Cresce il Corporate Venture Capital in Europa, ma grazie a società americane

Corporate Venture Capital

Cresce il Corporate Venture Capital in Europa, ma grazie a società americane. Cosa cambia per il vecchio mondo?

Continua a crescere il Corporate Venture Capital in Europa, con la Gran Bretagna in posizione dominante; ma una buona parte degli investimenti nel Vecchio Continente provengono da società americane.

I dati del secondo trimestre 2021, elaborati dalla società di consulenza Stryber, indicano che è stato raggiunto un nuovo record di 5,78 miliardi, portando il totale degli investimenti nel 2021 a 10 miliardi di dollari.

In particolare per le grandi aziende, il Corporate Venture Capital è una maniera per fare Open Innovation; quindi per perseguire obiettivi strategici di sviluppo di nuove tecnologie e nuovi modelli di business, sfruttando competenze e tecnologie al di fuori dell’azienda.

Il Corporate Venture Capital, però, sembra crescere di meno rispetto al Venture Capital, dato che la percentuale di round in cui hanno partecipato fondi CVC, nel secondo trimestre, è scesa dal 23 al 17%.

Il ruolo dei CVC sembra quindi ancora lungi dall’essere prioritario nel campo dell’innovazione. Anche i round di Corporate Venture Capital sono diminuiti; è aumentata, però, l’entità media degli investimenti, il che, sul totale, ha fatto registrare una crescita.

Corporate Venture Capital, come va l’Europa?

Se la prima posizione della Gran Bretagna nella classifica europea degli investimenti CVC non è una novità, a sorprendere maggiormente è il secondo posto dell’Olanda. La cosa può però essere spiegata dal round di finanziamento di serie C da 800 milioni di dollari per Messagebird, la piattaforma cloud di comunicazione fondata ad Amsterdam nel 2011.

Questo è stato il maggior round di CVC del secondo trimestre 2021; seguito da quello di 650 milioni su Wefox, anch’esso di serie C.

I fondi di CVC hanno però partecipato anche ad alcuni round di serie A, come quello su H2 Green Steel e Tripledot Studios. Sono però società americane come GV e  Second Century Venture gli investitori più attivi in Europa, e ciò dovrebbe far riflettere sul ruolo delle corporate europee nello sviluppo economico del Vecchio Continente.

Cresce il Corporate Venture Capital in Europa, ma grazie a società americane

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: