Daily Orange Squeeze

Daily Orange Squeeze Episodio 37 – Rigenerazione dei rifiuti elettronici

Spremute Digitali

di Spremute Digitali

L’economia circolare è un modello di produzione e consumo che ha alla base il riutilizzo, il riciclo e, dove possibile, la riparazione dei prodotti. L’idea è quella di rimettere in circolo e dare nuova vita alle cose reimmettendole nel circolo produttivo.

Tra i benefici di questo modello c’è sicuramente quello di far diminuire gli sprechi e, ovviamente, far diminuire l’inquinamento.

ß

Listen

Mostra trascrizione Nascondi trascrizione

Ciao e bentornato su Spremute Digitali!

Anche oggi parleremo come Spremute Digitali Oscure, della questione dei rifiuti elettronici.

Nelle puntate precedenti abbiamo parlato di obsolescenza, dei numeri delle economie di consumo e dei numeri del riciclo.

Abbiamo visto come quest’ultimo potesse essere uno dei fondamentali per spingere le nazioni e le aziende ad approcciarsi ad un nuovo green deal.

Nella fattispecie oggi, ultima puntata, parleremo di economia circolare e di rigenerazione dei rifiuti elettronici.

L’economia circolare è un modello di produzione e consumo che ha alla base il riutilizzo, il riciclo e, dove possibile, la riparazione dei prodotti. L’idea è quella di rimettere in circolo e dare nuova vita alle cose reimmettendole nel circolo produttivo.

Tra i benefici di questo modello c’è sicuramente quello di far diminuire gli sprechi e, ovviamente, far diminuire l’inquinamento.

Rigenerare un dispositivo elettronico fa quindi, in buona sostanza parte di questo concetto. Quando un dispositivo smette di funzionare o semplicemente deve essere sostituito in molti casi si può evitare che finisca in discarica, provvedendo alle riparazioni e rimettendolo in commercio a un prezzo più basso.

Inoltre pensare al ricondizionamento dei vecchi dispositivi è una delle migliori soluzioni, anche per via dei numerosi progetti che si occupano di donare apparecchiature elettroniche, generalmente per uso didattico, a chi non può permettersele.

Certo parliamo di un numero davvero esiguo rispetto alla totalità dei dispositivi in circolazione ma oltre a un modo per non inquinare, parliamo anche di dare un aiuto concreto le persone in difficoltà.

L’obiettivo è quello di rinunciare alla mentalità dell’usa e getta, andando a limitare lo spreco ed i rifiuti, spesso, nei limiti, funzionanti e d’interesse per altri target, a beneficio di un sistema più efficiente e con meno sprechi, ma soprattutto meno tossico per il nostro pianeta.

Che si parli di riciclo o di rigenerazione, bisogna sempre valutare l’opzione migliore per il proprio dispositivo elettronico e, se possibile, cercare di cambiarlo solo una volta giunto a fine vita.

Ve lo diciamo cosi di corsa perché le macchine sono arrivate, veniamo del futuro, vi prego aiutatec-

…. Silenzio sinistro.

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: