Daily Orange Squeeze

Daily Orange Squeeze Episodio 32 – RAEE

di Spremute Digitali

Oggi avremo dei toni più tetri e non poco accorati, ma hai sentito mai parlare dei RAEE?

È difficile parlarne, soprattutto quando si promuove il progresso, ma questo ha un costo ed è anche molto pesante.

I Raee sono i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, e sono un grande problema.

Listen

Mostra trascrizione Nascondi trascrizione

Ciao e bentornato su Fronte di Liberazione per l’ambiente. Non è vero ci stanno tracciando scappa.

Eccoci pronti. Ciao e bentornati su Spremute Digitali, il lato oscuro.

Oggi avremo dei toni più tetri e non poco accorati, ma hai sentito mai parlare dei RAEE?

È difficile parlarne, soprattutto quando si promuove il progresso, ma questo ha un costo ed è anche molto pesante.

I Raee sono i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, e sono un grande problema.

Partiamo col dire che rientra nella categoria dei RAEE tutto ciò che resta degli apparecchi a corrente.

Tutto quello che va da pc a telefoni a giocattoli e che viene gettato via, va a dare vita a una sterminata distesa fatta di plastica, acciaio, minerali difficilmente riciclabile.

Secondo alcune stime ufficiali, per la sola Europa, il volume dei RAEE dovrebbe essere compreso fra i 7 e le 12 milioni di tonnellate annue.

Tramite convenzioni e progetti di incentivo al reso dei vecchi prodotti, il 50% di questa mole viene già riciclata in modo efficiente tramite campagne di ritiro direttamente proposte dalla distribuzione e dalle industrie.

Il problema nasce quando il controllo e il sezionamento degli articoli non può essere più fatto e questi vengono lasciati a deteriorare in discariche o direttamente abbandonati (e dispersi) nell’ambiente.

E generalmente questo tipo di rifiuti è il primo a impattare nel terzo mondo. Diventando oggetto di interesse degli abitanti che cercano di estrarre i minerali preziosi dalle carcasse putrescenti di corpi meccanici deteriorati e deturpati.

Il Ghana ogni anno importa circa 40mila tonnellate di E-Wastes nel suo territorio diventando un sito di stoccaggio enorme per i rifiuti dell’occidente, nel quale per 2-3 dollari al giorno anche individui delle popolazioni limitrofe a cercare di estrarre e processare questi rifiuti estremamente difficili da smaltire.

L’elettronica del consumo del resto ha cambiato radicalmente le carte in tavola della produzione industriale e mai come ora siamo stati vicini a un punto di non ritorno riguardo ai numeri di crescita di questo tipo di rifiuti.

Ti aspetto nella prossima puntata, ora devo scappare dalle macchine, mi stanno raggiungendo. A PRESTOOOO ………

Iscriviti alla newsletter per leggere contenuti sempre freschi ed energetici

Articolo aggiunto ai tuoi preferiti

.

0:00:00

0:00:00

Condividi questo contenuto su: