Marketing & Communication

Instagram, in arrivo più post suggeriti nel feed. Cosa cambia per gli utenti?

Redazione Spremute Digitali Pubblicato: 28 Giugno 2021

Instagram post suggeriti

In una recente intervista, il Team di Instagram ha annunciato che sta testando l’inserimento di più “post suggeriti” nei feed e nei reels dei vari utenti. In sostanza a breve le persone potrebbero iniziare a vedere ancora meno post degli amici “reali” che hanno scelto di seguire a favore di altri elementi che l’algoritmo considera “più importanti”.

Fino a questo momento, i suggeriti, apparivano su schermo solo dopo aver raggiunto molti dei post pubblicati dalle persone seguite. Se da una parte, però, l’idea di un “feed eterno”, potrebbe essere valida; dall’altra troppi annunci potrebbero disturbare e variare troppo dai veri interessi delle persone.

Quello che sta venendo alla luce negli ultimi anni è che i Social Network stanno virando pericolosamente verso una sorta di caos rumoroso; il tutto sembra collegato a questa idea di “feed infinito” ma non a tutti potrebbe andare a genio la cosa.

Oltretutto, ciò che infastidisce di più gli utenti è proprio il fatto che questi annunci siano spaventosamente in tema con i loro gusti personali. Questo per certi versi fa crescere i dubbi intorno ai social e, ovviamente, alla nostra privacy.

Post suggeriti di Instagram, sempre più invasivi e sempre più precisi

Per i più curiosi, sul blog ufficiale di Instagram da pochi giorni è apparso un post al riguardo. Leggendolo si potrà “scoprire” di più riguardo all’algoritmo in questione e al suo funzionamento. 

Comunque che lo scopo dei social fosse quello di far fissare il più possibile lo schermo era ormai cosa evidente; quello che potrebbe infastidire le persone però è questo continuo essere “sorvegliati” e bombardati dagli annunci inerenti alle nostre ricerche sul web e quant’altro.

Ovviamente la colpa non è di questo “nuovo” meccanismo di Instagram, la cosa è in atto già da diversi anni; ma sono in molti a lamentare una invasività degli annunci davvero troppo prepotente; del resto “è gratis e lo sarà sempre”, recitava una volta l’Home Page del celebre social, ma a quali condizioni?