Startup & Entrepreneurship

WeWork – Office Startup valutata 9 miliardi

Spremute Digitali Pubblicato: 29 Marzo 2021

La compagnia di Sharing di Uffici finalmente approda sul mercato finanziario e ha affermato di essere stata quotata attraverso l’acquisto pubblico da parte di BowX, una compagnia di acquisizioni.

Il valore dell’accordo per WeWork ammonta a 9 milioni di dollari, un quinto del suo valore stimato nel 2019, prima che il mercato pubblico delle sue azioni implodesse. A causa di questo tracollo ora impiega circa un terzo delle persone che aveva a settembre 2019, ma sembra si stia riprendendo a causa del rapido svilupparsi dello smart working e del lavoro da casa, che sta radicalmente modificando le abitudini lavorative delle aziende, e come pro per la startup, ha il fondamentale incremento della domanda di uffici a breve termine.

Una sostanziale crescita

L’azienda ha circa 850 location in 152 città nel mondo e la maggior parte dei suoi affittuari sono grandi compagnie che hanno deciso di optare per la compagnia per rimanere più flessibili con i loro impegni di proprietà. Che a oggi hanno una resa di 3.2 miliardi di dollari, la stessa che avevano prima del lockdown.

“Oggi WeWork è una compagnia più orientata al core flessibile dei suoi spazi per il business di quanto prima non fosse, e questi sono pronti per una sostanziale crescita” così si è espressa la compagnia quando ha annunciato la buona riuscita dell’accordo, che sperano vada a concretizzarsi al terzo quadrimestre del 2021.

Una così rovinosa caduta e una altrettanto forte ripresa non sono cose di tutti i giorni, e ricorda quanto l’adattabilità al mercato sia importante sempre e faccia ben sperare.