Future Trends & Tech

Rimossi da Facebook e Instagram 18 milioni di contenuti a tema Covid

Spremute Digitali Pubblicato: 20 Maggio 2021

Disinformazione Covid Rimossa

Secondo il Report della casa di Zuckerberg, grazie alle IA, dall’inizio della pandemia all’aprile del 2021, Facebook e Instagram hanno rimosso più di 18 milioni di contenuti a livello globale che avrebbero violato le condizioni sulla disinformazione e sui danni legati al Covid-19.

Durante la trimestrale, infatti, l’azienda ha fatto emergere i dati, che mostrano come il tema Covid sia cruciale da trattare, ed è emerso che in quanto rappresentante di un importante problema di salute pubblica, è necessario impegno per dare accesso alle persone a informazioni autorevoli sui temi delicati, in modo da assicurare una corretta informazione, poco propensa a strumentalizzazioni da parte di persone nocive o faziose.

Secondo Facebook, infine, più di 5 milioni in tutto il mondo hanno dimostrato forte engagement e attivismo nella lotta al virus.

I problemi di Facebook non finiscono qui però, le questioni dell’incitamento all’odio e al bullismo sono all’ordine del giorno, ma è interessante notare come il deterrente della rimozione dei contenuti abbia ampiamente ridotto il numero, una mole comunque immensa, di messaggi minatori, aggressivi e offensivi.

La speranza ora è quella che le limitazioni sui contenuti pericolosi per la salute li facciano rimanere, o comunque drasticamente abbassati, ma visti i tumulti delle macchine che amministrano la diffusione di notizie false, c’è ancora poco da star tranquilli.