Startup & Entrepreneurship

Exor: con Casavo debutto nelle startup Italiane

Spremute Digitali Pubblicato: 19 Marzo 2021

Exor, Holding di proprietà della famiglia Agnelli, debutta nel mondo dell’investimento nelle startup italiane raccogliendo capitale di “Serie C” per Casavo, una startup di Istant-buying immobiliare.

La società si è dichiarata infatti lead investor nella raccolta di fondi finanziari della startup milanese, contribuendo con 50 milioni.

La startup ha di conseguenza accresciuto il suo capitale da 187 a 387 milioni di euro, tra equity e debito.

La partecipazione avverrà attraverso un fondo di venture capital: Exor Seeds, specializzata in investimento di società in early stage.

Lo sviluppo e il germoglio

Innanzitutto: cosa significa finanziamento di serie C?

Il Round C è una serie di finanziamenti a basso rischio e basso ritorno ed è finalizzato al consolidamento.

Questo significa che Casavo è una azienda che ha già passato la fase di crescita e deve posizionarsi nel mercato e scalare.

Lo scorso anno, infatti la società ha chiuso il 2020 con una crescita a tripla cifra grazie allo sviluppo di un’esperienza utente totalmente digitale.

La sua caratteristica di Casavo è quella di comprare immobili da privati, ristrutturarli e venderli sul mercato.

Inoltre, è conosciuta per la forte presenza di giovani ed è stata anche premiata come “Best Workplace for Millennials Italia 2020” in seno alle ottime condizioni lavorative che fornisce.

Che sia una idea che possa dare un solido futuro agli investitori? Sarà in grado di leggere adeguatamente il mercato?